“Davì”
di Barbara Garlaschelli
Camelozampa, prima edizione 2013, nuova edizione 2018
(12 – 13 anni)

“Le parole dei libri mi sembra che riescano a trafiggere il silenzio”.
Davide (Davì) è un punk.
Ma quello del punk è solo il suo aspetto esterno, quello che gli altri vogliono vedere: vestiti neri di pelle, orecchini appesi dappertutto e una cresta verde sulla testa.
Ma Davide è molto di più di questo.
Davide ha scelto di andarsene di casa, proprio come ha fatto sua madre prima di lui e di vivere libero, senza impegni, senza scadenze, sopravvivendo grazie alla bontà degli altri e a qualche lavoretto.
Intanto Davide osserva, e noi osserviamo con lui, una città che non sta mai ferma: persone incollate al cellulare, di corsa, nervose e infelici. Una vita frenetica che gira vorticosa senza fermarsi mai.
Negli occhi neri di Davide invece c’è la lentezza, quella che abbiamo dimenticato, la lentezza e la capacità di assaporare le cose.
Nel libro incontriamo molti personaggi diversi da Davì: un pediatra, una fioraia, un automobilista nervoso, una donna innamorata e tutti, solo per un istante, incontrano gli occhi neri del ragazzo che sono promesse di infinito, poi tornano alla loro quotidianità.
E’ un mondo quello di Davide fatto di silenzio e riflessioni sulla vita e sul mondo che lo circonda, fatto di libri presi in biblioteca, di una madre assente, di persone che cercano di prendersi cura di lui e anche d’amore.
Un bellissimo romanzo “di formazione” in grado di far vibrare le corde dell’adolescenza.
Questo libro utilizza il Font EasyReading, carattere ad alta leggibilità per tutti, anche per chi è dislessico.
H!

http://www.camelozampa.com