“Il mio primo Gogol’ – Il naso”
di Nikolaj Vasil’evič Gogol’ adattamento di Mauro Di Leo
illustrazioni di Stambetty
Atmosphere Libri, 2018
(5 – 6 – 7 anni)

Pietroburgo.
Un barbiere di nome Ivan trova un naso nella sua colazione.
Un naso? Da dove arriva? L’avrà tagliato a qualche cliente?
Ma questo naso non è non un naso qualunque, è un naso che parla, ha dei desideri e si dichiara cittadino libero.
Ma a chi mai potrà appartenere questo naso?
Si tratta del naso del consigliere Kovaljov che quella stessa mattina si sveglia senza naso.
Comincia così questa vicenda grottesca, ma anche molto divertente, adattata per ragazzi da un racconto dello scrittore russo di Nikolaj Vasil’evič Gogol’.
Un naso che scappa da una faccia non è cosa di tutti i giorni, anche la polizia e i giornali non sanno come fare quando il consigliere Kovaljov gli chiede aiuto. Ma sta succedendo veramente o è solo un sogno? Un naso può andarsene a spasso per Pietroburgo in alta uniforme? Oppure è solo una metafora della perfezione? Può un uomo senza naso essere accettato in una società piena di regole? E può un naso diventare consigliere?
Una serie di domande che troveranno le risposte alla fine del libro.
Grottesco, ironico ed educatissimo (come solo i racconti russi dell’Ottocento sanno essere), Il naso è una vicenda talmente surreale che è in grado di abbracciare un pubblico di lettori davvero eterogeneo. Il racconto giusto per cominciare ad avvicinarsi ai grandi autori russi.
Splendide inoltre le illustrazioni in bianco e nero di Strambetty, che con linee pulite ed eleganti caratterizzano alla perfezione tutti i personaggi della storia.
H!

http://www.atmospherelibri.it/

(immagine: la copertina del libro)