Crea sito

ROSICCHIARECENSIONI

Storie di volpe

“Storie di volpe”
di Marta Vettoretto
illustrazioni di Mattia Rossi
Edizioni Il Ciliegio, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Miele è una soffice volpe femmina che vive nel bosco, ama correre e fare lunghe passeggiate. Un giorno si spinge lontano, fino al bosco di Istriana, dove trova una porta rossa in mezzo a due alberi. Una porta sospesa nel nulla che non si apre su una costruzione, è decisamente molto insolita. Miele però è curiosa, e, dopo qualche titubanza, decide di oltrepassarla. Dall’altra parte c’è un altro mondo (Carpedonia), non molto diverso dal bosco di Miele, abitato da animali cordiali e… da una bellissima volpe maschio: Pelo.
Miele e Pelo diventano subito amici inseparabili, anzi, sono solo separati dalla piccola porta rossa sospesa fra gli alberi che Miele attraversa tutte le sere per tornare a Istriana. Le due volpi però si incontrano ogni giorno e trascorrono sempre più tempo insieme, fino a quando un litigio non li separa…
Un racconto tenerissimo, supportato da soffici immagini che sottolineano le semplici parole della storia. Un libro che mette l’accento sull’importanza dell’amicizia e su cosa accade quando viene a mancare.
H!

http://www.edizioniilciliegio.com/

(immagine: la copertina del libro)

Il coccodrillo – Un evento straordinario

“Il coccodrillo – Un caso straordinario”
di Fëdor Dostoevskij
illustrazioni di Marco Marinangeli
Orecchio Acerbo, 2017
(8 – 9 – 10 anni)

13 gennaio 1865.
Una data infausta per il povero Ivan Matveic che, insieme a sua moglie e al suo amico (voce narrante di questa storia) decide di recarsi ad ammirare un vero coccodrillo esibito a pagamento nel centro di Pietroburgo.
In mostra ci sono anche altri animali esotici, ma Ivan è attratto dal grosso e sibilante rettile.
Da lì a poco la tragedia (se così si può chiamare): Ivan viene inghiottito intero dall’enorme animale! Comincia così una storia surreale dai risvolti improbabili, che vede Ivan molto contento della sua nuova condizione da “ingoiato”, tanto da filosofeggiare sull’accaduto, a discapito dei presenti preoccupati per la sua sorte (e dei proprietari del coccodrillo preoccupati per la sorte del coccodrillo).
Una storia comica puntinata da personaggi improbabili, un libro incredibile che porta alla luce il lato comico/noir del grande scrittore russo.
Una traduzione perfetta che mantiene intatta tutta la pomposità del linguaggio ottocentesco.
Inoltre le dettagliatissime (quasi scientifiche) illustrazioni di Marco Marinangeli si sposano perfettamente con l’ambiente russo di fine ‘800. L’illustratore possiede uno stile così realistico da essere in grado di rappresentare perfettamente l’ambiente grottesco suggerito dal racconto.
Un libro perfetto per gli amanti dei classici e delle illustrazioni.
H!

http://www.orecchioacerbo.com/editore/

(immagine: la copertina del libro)

Qualcosa da dire

“Qualcosa da dire”
di Cristina Bellemo
illustrato da Romina Marchionni
Zoolibri, 2017
(4 – 5 anni)

Pettegolezzi, pettegolezzi, pettegolezzi…
Tutti hanno qualcosa da dire nella foresta, anzi, tutti hanno qualcosa di cui “sparlare”.
Si dice che lo scoiattolo ha uno squalo nell’acquario: impossibile!
Lo sanno tutti che il cinghiale è un animale sporco, chissà in che casa sudicia vive!
La vipera sicuramente non sa parlare per colpa della sua lingua biforcuta!
Il riccio invece è un asociale, solo una gran palla con gli aculei…
Però mentre metà degli animali è occupata a dire qualcosa su qualcun altro, cosa succede veramente nella foresta?
Un libro per imparare ad andare oltre le apparenze e capire che le parole sono strumenti potenti e vanno usate nella maniera corretta.
Un racconto con un bellissimo finale a sorpresa, con splendide illustrazioni naïf.
H!

http://www.zoolibri.com/

(immagine: la copertina del libro)

Ogni mestiere ha il suo… prot!

“Ogni mestiere ha il suo… prot!”
di Noè Carlain
illustrazioni di Anna Laura Cantone
Arka edizioni, 2014
(3 – 4 – 5 anni)

Un libro che parla di puzzette!
Un libro che parla di puzzette perché ognuno fa PROT a modo suo: ogni uomo, donna, bambino e animale fanno PROT, ma nessuno ha mai pensato di racchiudere in un libro tutti i PROT che fuoriescono dal didietro di chi lavora!
Quindi, che PROT può ispirare uno scrittore?
Come sarà leggiadro il PROT di una ballerina?
Quanto può essere letale il PROT di un bancario?
Un farmacista fa i PROT medicinali?
E se il PROT lo fa la maestra, cosa succederà in classe?
Un delizioso libro in rima arricchito dalle pazzesche illustrazioni di una delle illustratrici italiane più prolifiche: Anna Laura Cantone.
Un libro non recentissimo ma di cui non si può fare a meno, da tenere sempre sul comodino o… in bagno!
H!

(immagine: la copertina del libro)

http://www.arkaedizioni.it

Pinocchio

“Pinocchio”
di Sandro Dossi e Alberico Motta
Cliquot Edizioni, 2017
(per tutti)

Un altro libro su Pinocchio?
No! Questo non è un qualsiasi libro su Pinocchio, è la raccolta degli omonimi albi a fumetti usciti in edicola fra il 1974 al 1980 (ristampati da allora solo in quattro numeri speciali nel 1985 e nel 1988).
In un’edizione preziosissima sono raccolte le (ormai) introvabili storie che, per poco meno di un decennio, si potevano leggere su un giornaletto mensile brossurato, acquistabile dal giornalaio a 200 Lire.
Oltre a Sandro Dossi (indimenticabile autore del diavoletto Geppo) e Alberico Motta, molti altri artisti e sceneggiatori dell’epoca presero in mano il progetto a fumetti di Pinocchio, e contribuirono a far rivivere ancora una volta, ma in chiave moderna (cioè negli anni Settanta) un personaggio famoso da più di un secolo.
Il Pinocchio a fumetti non è stato il primo tentativo di trasporre il personaggio di Carlo Collodi fra disegni e nuvolette, ma sicuramente fu il primo a trasportarlo in avanti nel tempo: questo Pinocchio è ancora un burattino (marionetta) e si muove in uno scenario in bilico fra la fiaba, il contemporaneo e, perché no, il futuro. Pinocchio mantiene la sua spensieratezza e la sua curiosità, quando dice le bugie gli si allunga il naso, ma il contesto in cui si muove è modernizzato, reso più attuale, come Topolino che è stato creato negli anni Trenta si muove in una Topolinia attuale.
Dossi e Motta però non si sono dimenticati di strizzare l’occhio alla morale tanto cara agli scrittori di fine Ottocento, così ogni volta il burattino esce dalle sue avventure con un insegnamento nuovo, oppure un disincantato Geppetto, che pensa di avere la sua “creatura” sotto controllo, si lascia andare ad esclamazioni paterne che poco hanno a che fare con la rocambolesca avventura vissuta da Pinocchio.
Non mancano inoltre altri personaggio della fiaba originale: Mangiafoco, il Gatto, la Volpe e la Fata Turchina, ma le storie si arricchiscono anche di altri personaggi fiabeschi: animali parlanti, giganti, castelli animati e, in una storia ambientata nel futuro, anche degli spietati robot.
Grazie alla casa editrice Cliquot un altro classico è stato restituito ai suoi lettori, un libro perfetto per nostalgici dei giornalini a fumetti degli anni Settanta o per far conoscere alle nuove generazioni il personaggio di Pinocchio in una veste più moderna.
Il libro è aperto da una lunga prefazione che ripercorre l’immagine di Pinocchio dalla sua nascita nel 1881 agli anni Ottanta del Novecento.
H!

(immagine: la copertina del libro)

http://www.cliquot.it/

Imagine

“Imagine”
di John Lennon – con la prefazione di Yoko Ono Lennon (traduzione di Altan)
illustrazioni di Jean Jullien
Gallucci Editore, 2017
(per tutti)

Il testo della canzone più famosa del mondo è doventato un libro.
Un libro pubblicato in coedizione con numerosi altri editori stranieri e – in contemporanea – con gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Spagna, la Francia, l’Olanda e la Corea.
Un testo universale che non è mai “passato di moda”, ma che torna sempre prepotentemente alla memoria ogni volta che il mondo intorno a noi viene scosso dalle decisioni di chi lo governa.
Questa volta il testo di John Lennon è supportato da delle semplicissime (quanto efficaci) illustrazioni di Jean Jullien che raccontano il lungo viaggio di un piccione che distribuisce dei rami d’ulivo come segno di pace a degli uccelli di colori differenti incontrati lungo la strada, un gesto semplice che porta armonia là dove c’è un’incomprensione.
Il piccione lascia cadere un rametto in mezzo ad una disputa e improvvisamente non è più solo, le immagini rafforzano il significato delle strofe della canzone e danno ancora più valore alle parole che sono state scritte da John Lennon più di quarant’anni fa.
Un libro da guardare, un libro per commuoversi, un libro per sognare… e una canzone da ascoltare e riascoltare più spesso.

“Immagina tutti quanti vivere la vita in pace.
Dirai che faccio sogni,
ma io non sono il solo.”

(immagine: la copertina del libro)

https://www.galluccieditore.com/

Il Gran Consiglio del Real Coniglio

“Il Gran Consiglio del Real Coniglio”
di Santa Montefiore e Simon Sebag Montefiore
illustrato da Kate Hindley
Mondadori, 2017
(7 – 8 – 9 anni)

Se vi dicessi che esiste una società segreta di conigli (i Conigli Reali) che si occupa di proteggere la Regina?
Se vi dicessi che questa società segreta ha sede a Londra sotto Buckingham Palace?
Se vi dicessi inoltre che i conigli della società segreta sono abilissimi combattenti addestrati a difendere Sua Maestà?
Sembra impossibile!
Ma sono tutti i segreti di cui viene a conoscenza il piccolo Shylo quando ascolta le storie di Horatio, un vecchio coniglio ferito che ha scelto di vivere da eremita nel bosco.
Le storie di Horatio sono affascinanti, narrano di nobili conigli che hanno combattuto contro i ratti per difendere la Casa Reale d’Inghilterra, e da centinaia di anni sorvegliano Buckingham Palace dalle fondamenta.
Storie fantastiche per le orecchie di un piccolo coniglio di campagna (il più piccolo della cucciolata)… ma sono solo storie?
Un giorno Shylo ascolta per caso nel bosco la conversazione di un gruppo di ratti (Ratzi) muniti di tablet, auricolari e macchine fotografiche che progettano di rubare una foto della Regina nella sua stanza da letto. Ma i Ratzi non rubano solo foto, gli spiega in seguito Horatio, con le loro immagini rubano le anime.
Quelle bestie vanno fermate!
Shylo così scopre che le storie di Horatio sono tutte vere, i Conigli Reali esistono, e solo lui (piccolo e indifeso) può raggiungere Londra per avvertirli.
Una grande avventura per un piccolo coniglio che affronta dure prove per salvare la Regina, perché (come dice Horatio) “al mondo tutto è possibile: basta avere un po’ di buona volontà e di fortuna, una carota fresca, il naso umido e un pizzico di folle coraggio”.
Una lettura scorrevole e divertente, piena di conigli, scritta grazie al figlio dei due autori che da piccolo amava i conigli e Buckingham Palace.
H!

http://www.ragazzimondadori.it/

(immagine: la copertina del libro)

Top secret

“Top secret”
di Maria Giuliana Saletta
illustrazioni di Paola e Vieri Sorrentino
Matilda Editrice – Crisalidi e Farfalle, 2016
(11 – 12 anni)

Giulia ha tredici anni e una grande passione: giocare a calcio.
Uno sport decisamente maschile quello del pallone, ma Giulia è bravissima, se ne sono accorti tutti, anche i maschi della sua classe.
Però Giulia vive in un piccolo paese di montagna e, in una comunità così ristretta, anche le menti delle persone risultano essere più chiuse. Così, inevitabilmente, la ragazza si vede costretta a combattere con i suoi genitori per poter coltivare la sua passione e oltre a Luisa l’amica del cuore, può confidare i suoi pensieri ad un diario e a affidare alle pagine bianche tutti i suoi dubbi da adolescente.
Ed è proprio il diario di Giulia (top secret) che noi leggiamo: la voglia di giocare a calcio, la separazione dei suoi genitori, la scuola, le vacanze estive, l’amicizia con Marco. Inoltre ogni capitolo ha una colonna sonora: una canzone che si può ascoltare scaricandola attraverso un QR code.
In quest’anno della sua vita Giulia non dovrà solo combattere per la sua passione, ma sarà costretta a crescere quando verrà a conoscenza di un segreto che la riguarda molto da vicino.
Un bellissimo romanzo di formazione che mette l’accento sul passaggio dalla pubertà all’adolescenza: un percorso difficile che cambia per sempre il modo di percepire la complessità del mondo. Un libro che parla di temi attualissimi, non sempre facili da trattare come la scelta di alcuni ragazzi a ricoprire ruoli non socialmente convenzionali e l’omosessualità.
Non è semplice crescere, ma con accanto le persone giuste diventa una grande avventura!
H!

http://www.matildaeditrice.it/

(immagine: la copertina del libro)

La leggenda di Sally Jones

“La leggenda di Sally Jones”
di Jakob Wegelius
Orecchio Acerbo, 2017
(8 – 9 – 10 anni)

Un libro bellissimo quanto struggente che racconta la storia di un gorilla, Sally Jones, che viene strappata ancora cucciola dalle braccia di sua madre in Africa per essere venduta e in seguito vivrà decine di avventure, durante le quali conoscerà uomini che sapranno solo sfruttare i suoi numerosi talenti.
Ma procediamo con ordine.
Sally Jones è il nome che viene dato alla piccola gorilla dal suo primo proprietario per farla viaggiare da Leopoldville (in Africa) verso l’Europa (a Istanbul) travestita da bambina, per non pagare le spese doganali.
Strappata dalla vita selvaggia Sally Jones imparerà qualsiasi tipo di lavoro: diventerà una ladra per una ricca ereditiera, l’assistente di un mago, l’attrazione di uno zoo, imparerà a guidare le automobili e le navi, imparerà a leggere, studierà le basi della meccanica, fino a diventare – suo malgrado – il raro soggetto di una infondata ricerca scientifica.
Sballottata per tutta l’Europa Sally Jones viaggerà moltissimo, nessun posto la vedrà presente a lungo: il suo destino infatti ha in serbo per la giovane gorilla una prova dopo l’altra.
La silenziosa vita di Sally Jones è quindi cadenzata da personaggi loschi che vogliono speculare su di lei… ma non tutti per fortuna! Al grande primate servono solo un amico vero e la possibilità di vedere ancora una volta l’Africa.
Di amici ne trova pochi, ma alla fine le persone che hanno approfittato di lei inciamperanno di nuovo nella sua vita dopo tanti anni, per ricevere la giusta punizione.
Una fiaba bellissima, commovente, una “leggenda” dal sapore coloniale splendidamente illustrata, che sottolinea l’importanza di non arrendersi mai e il valore dell’amicizia, quella vera, che si incontra una volta sola nella vita.
H!

http://www.orecchioacerbo.com/editore

(immagine: la copertina del libro)

“I Mellops prendono il volo – E altre due avventure della famiglia Mellops”
Di Tomi Ungerer
Donzelli Editore, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Un vero grande classico di Tomi Ungerer in una nuova, fantastica, veste grafica che ci restituisce tutta la semplicità e la pulizia delle tavole originali.
I Mellops, la famiglia di porcellini più famosa dei libri per ragazzi, ritornano con tre fantastiche storie nelle quali i diventano via via aviatori, cacciatori di tesori sommersi e estrattori di petrolio.
Tre storie dal gusto un po’ retrò, dove emerge la genialità dall’autore francese che -con pochi tratti- riesce a dare vita ad una credibile famiglia di porcellini inventori che non si ferma mai e che, dopo ogni avventura, si siede tutta insieme intorno ad un tavolo per gustare la torta alla panna della mamma.
Stampato solo con due colori oltre al nero, i Mellops ci riporta indietro nel tempo, in quelle fiabe anni Cinquanta in cui i protagonisti non si perdevano d’animo e trovavano una soluzione ingegnosa ad ogni problema: come fa papà Mellops (‘inventore) capace di costruire – ed aggiustare – qualsiasi cosa con l’aiuto dei suoi quattro figli: Casimir, Felix, Isidor e Ferdinand.
Quindi preparatevi a seguire i Mellops sul loro aeroplano, a vederli costruire una zattera di salvataggio negli abissi marini e a trivellare petrolio in una campagna incontaminata!
Un libro delizioso che non può mancare nella libreria di tutti coloro che amano i classici della letteratura per ragazzi.
H!

https://www.donzelli.it/

(immagine: la copertina del libro)

Dark Phantasy – Fiabe del macabro e dell’assurdo

“Dark Phantasy – Fiabe del macabro e dell’assurdo”
di Cristina Vitagliano
illustrazioni di Erika Bertoli
Phatos Edizioni, 2017
(12 – 13 anni)

Sette racconti.
Sette racconti crudeli.
Sette racconti ispirati di Sette Peccati Capitali: Invidia, Ira, Lussuria, Superbia, Avarizia, Accidia e Ingordigia.
Sette storie piene di magia e di crudeltà scritte con un linguaggio incalzante che coinvolge morbosamente il lettore – parlandogli in prima persona – il quale vuole assolutamente scorrere le pagine per sapere quale punizione spetterà al protagonista di ogni racconto, degno (o indegno) rappresentante del Peccato Capitale che incarna.
Sette personaggi crudeli (o che diventano tali) che compiono azioni riprovevoli solo per il proprio tornaconto. Fiabe in bilico fra il racconto popolare, il fantasy e l’horror più raccapricciante, che toccano le corde dell’anima, e fanno riflettere su quanto può essere meschino l’animo umano.
Un linguaggio crudo e pulito, molto coinvolgente capace di esplorare nel profondo i personaggi di ogni racconto: dal sarto invidioso che vuole uccidere l’Amore, alla regina lussuriosa che del suo amore fa scempio, alla crudeltà dell’avara imprenditrice che tiranneggia le sue operaie per farle produrre di più, fino all’ira di uno stregone privato dei suoi affetti… sono mondi popolati da acrobati, streghe, bambole e animali parlanti. Sono tutti personaggi che subiranno (o infliggeranno) una punizione esemplare, legata alle loro colpe, personaggi che persistono nell’errore fino al devastante epilogo (quasi da Inferno dantesco).
Una lettura per giovani adulti che hanno voglia di addentrarsi nella conoscenza di quei peccati squisitamente umani che una volta erano considerati la strada più breve per l’Inferno.
H!

http://www.pathosedizioni.it

(immagine: la copertina del libro)

E hanno visto tutti un gatto

“E hanno visto tutti un gatto”
di Brendan Wenzel
Gallucci Editore, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Cosa vedi quando guardi un gatto?
La risposta è ovvia: UN GATTO!
Ma non tutti vedono il gatto come lo vedi tu!
Il cane lo vedrà allungato, l’ape lo vedrà a pallini, il topo lo vedrà terribilmente minaccioso, la pulce lo percepirà enorme… un gatto, lo stesso gatto, visto con occhi differenti assume connotati differenti, allora quanti gatti ci sono?
Un solo gatto?
O decine di gatti differenti che vengono percepiti in tempi diversi da ogni essere vivente?
Forse è un quesito troppo filosofico per un libro per bambini, ma queste immagini ti insegnano che, come non esiste un solo punto di vista, non esiste nemmeno una sola percezione della realtà. Il mondo è fatto per essere visto da tanti occhi, occhi con caratteristiche diverse, che lo mettono a fuoco in maniera diversa.
Ma poi, se il gatto si specchia… cosa vede?
Un libro fatto per essere VISTO a partire dai 3 anni.
H!

“E hanno visto tutti un gatto” ha ricevuto il Caldecott Honor, un premio che viene consegnato dall’Association for Library Service to Children, una divisione della American Library Association, all’artista che maggiormente si è distinto nel campo dei libri illustrati per bambini pubblicati durante l’anno negli Stati Uniti.

https://www.galluccieditore.com

(immagine: la copertina del libro)

Lo Scankranio portaguai

“Lo Scankranio portaguai”
di Marika Zorzi
illustrazioni di Annaviola Faresin
Errekappa Edizioni, 2017
(10 – 11 anni)

Cosa fareste se non sapeste disegnare e foste costretti a frequentare un’esclusiva scuola d’arte?
PANICO!
E’ quello che succede all’undicenne Bru Pins figlia d’arte di due genitori estremamente dotati e convinti che lei lo sarà altrettanto.
Ma Bru non è un’artista (non nel modo che credono i suoi genitori), Bru sa aggiustare le cose e inventare incredibili meccanismi che funzionano davvero!
Così, dopo l’ennesima umiliazione scolastica alla Saint George (la migliore scuola d’arte di tutta l’Inghilterra), Bru riesce ad inventare uno strumento a forma di cuore che le permette di trasferire i suoi pensieri al braccio con cui disegna, e decide di chiamarlo SCANKRANIO, perché agisce come uno scanner trasferendo le immagini del cervello su carta.
Lo Scankranio aiuta immediatamente Bru a far schizzare verso l’alto i suoi voti a scuola, ma le scorciatoie portano sempre guai e qualcuno si accorge del potenziale dell’invenzione di Bru. Non è facile mantenere un segreto quando il rendimento scolastico cambia in maniera così repentina, pertanto ciò che è stato inventato per superare delle prove di disegno, nelle mani sbagliate rischia di trasformarsi in un pericoloso strumento di distruzione.
Un bellissimo romanzo di formazione che fa capire come le scorciatoie (che tutti abbiamo corteggiato almeno una volta nella vita) possono essere utili ma anche pericolose, perché ci impediscono di intraprendere la strada più lunga ed imparare lezioni importanti.
Ed è quello che accade a Bru, che ad un certo punto della storia si interroga su come l’aver creato qualcosa di unico – e aver barato – le ha risolto un problema ma ne creati moltissimi altri che sono sfuggiti al suo controllo.
Non è un caso se lo Scankranio è a forma di cuore, perché è l’organo a cui sono legate tutte le emozioni, la “centrale elettrica” che dà luce al corpo e gli permette di agire seguendo l’istinto, un Istinto che Bru Pins deve imparare a gestire per crescere, seguendo senza barare il suo cuore vero, e non quello artificiale.
Uno splendido romanzo scritto con un linguaggio fluido e scorrevole, a tratti crudo e realistico, una lettura adatta anche agli adulti.
H!

(immagine: la copertina del libro)

http://www.errekappa.net/

Racconti Incanti + CD

“Racconti Incanti + CD”
di Elisa Mazzoli
illustrazioni Francesca Cavallaro
musiche di Elisa Mazzoli e Giampiero Amadori
Coccole books, 2014
(3 – 4 anni)

Quattro storie per i più piccoli.
Quattro storie su carta e su CD raccontate con audiolibro, musicate e con le basi karaoke per cantare insieme.
Il piccolo calamaro timido che trova tanti amici in fondo al mare.
Ginopino Babbuino che viene salvato addirittura da un drago in mezzo alla foresta.
La cricetina Dinda che si traveste e balla davanti allo specchio.
E la storia di un animale tutto nuovo che arriva nella fattoria.
Racconti divisi in due parti: il racconto vero e proprio e il testo della canzone che canta il protagonista di ogni storia.
Quattro racconti coloratissimi, divertenti e tutte da leggere, ascoltare e cantare.
H!

https://coccolebooks.com

(immagine: la copertina del libro)

Inventario delle vacanze e del tempo libero

“Inventario delle vacanze e del tempo libero”
di Carlo Carzan e Sonia Scalco
illustrazioni di Marta Pantaleo
la Nuova Frontiera Junior, 2017
(6 – 7 – 8 anni)

Mare, montagna, campagna, città.
Gusto, vista, olfatto, udito, tatto.
Un libo tutto da sfogliare giocando quando si è in vacanza: passatempi, idee, attività legate ai luoghi per le vacanze e, perché no, anche tante proposte per chi resta in città.
Giochi da fare da soli o con gli amici, curiosità legate al territorio e ai luoghi più famosi al mondo.
Un libro che insegna ad osservare con occhi nuovi il luogo scelto per il periodo estivo, proponendo attività legate a tutto ciò che lo riguarda.
Una lettura/gioco adatta ai ragazzi, ma anche agli adulti che hanno voglia di scoprire e imparare a guardarsi intorno.
Ricette, curiosità, pagine per disegnare, spazi per incollare, orme e versi da riconoscere, cose da costruire… tutto il necessario per imparare durante le sospirate ore di relax.
Un libro che contiene cose e può servire anche per ricordare la vacanza appena trascorsa: l’evoluzione “due punto zero” del taccuino da viaggio.
H!

http://www.lanuovafrontiera.it/

(immagine: la copertina del libro)

Pozioni Magiche

“Pozioni Magiche”
di Maga Sabrina
Teke editori, 2017
(7 – 8 – 9 anni, e per chi vuole creare pozioni per stupire gli amici)

Chi di noi non ha mai pensato almeno una volta di mettere insieme degli ingredienti per creare una pozione magica?
Chi non ha sognato di partecipare ad una lezione di Pozioni nelle aule di Hogwarts?
Ebbene, con questo libro vi potrete sbizzarrire nelle più elaborate pozione che un libro fantasy abbia mai descritto!
Si comincia con un piccolo vademecum sulle erbe e i veleni che è assolutamente necessario conoscere, poi via alla fantasia e agli ingredienti per creare la Pozione Congelante, la Pozione Riscaldante, la Pozione Soporifera, quella Sempresvegli, la Pozione Polisucco, e così via.
Però è importante anche saper conoscere la terminologia che l’alchimia impone per essere dei provetti rimestatori di paiolo: decotto, elisir, impacco, mistura, infuso, suffumigio, unguento… queste specifiche le trovate nella terza parte del libro.
Un volume che non può assolutamente mancare nella cucina di una strega (o di un mago).

http://www.tekeditori.com/

(immagine: la copertina del libro)

Orchi e Giganti

“Orchi e Giganti”
di Jesus Truffel
illustrazioni di Glenda Sburelin
Valentina Edizioni, 2017
(5 – 6 – 7 anni)

Tante storie di Orchi e Giganti da tutto il mondo e… da tutte le fiabe che riuscite a ricordare!
Pensate che l’orco di Pollicino e di Giacomino (Jack e il fagiolo magico) fossero gli unici in circolazione? E il Gigante Polifemo che si è scontrato nientemeno col prode Ulisse fosse l’ultimo dei giganti conosciuti?
Davvero?
Allora avete bisogno di sfogliare questo libro che di Giganti e Orchi ne contiene molti di più: dall’antico oriente all’Europa passando per le fiabe più conosciute, ecco un’interessante lista di esseri enormi che hanno fatto soffrire d’insonnia non pochi bambini!
Splendide illustrazioni, tante storie brevi, adattamenti delle storie originali, per avere un primo piccolo assaggio del folklore di questi personaggi leggendari che popolano fiabe, miti e leggende.
Un libro che non è finito dopo la lettura perché con l’APP si possono scoprire nella realtà aumentata tante alte curiosità su Orchi e Giganti.
H!

http://www.valentinaedizioni.it/

(immagine: la copertina del libro)

Il fantasma del generale

“Il fantasma del generale”
di Guido Quarzo
illustrazioni di Nella Bosnia
Parapiglia Edizioni, 2017 (prima edizione Feltrinelli, 2000)
(8 – 9 anni)

1899.
Siamo in un piccolo paese che si chiama Borgo.
Il mondo brulica di nuove idee soprattutto sull’affacciarsi del nuovo secolo e Borgo, di stampo ancora prettamente contadino, si affaccia timidamente alle novità.
Un paese rurale incastonato in una realtà legata ancora alle tradizioni, ai ruoli sociali e al suo illustre cittadino: il generale Cesare Mondrigo. Una figura importante alla quale è dedicato anche un museo con un custode che ne racconta le mirabili gesta. Un eroe sfuggente, tanto che nessun artista è mai riuscito ad immortalare il suo volto.
La vita scorre placida a Borgo, fra le passeggiate del curato, il maestro elementare devoto solo alla matematica e l’illustre ospite estivo, il professore Gustavo Lòmbrico, studioso del cervello umano.
Ci sono anche tre ragazzi che nell’ultima estate del secolo si dividono fra i racconti sul generale Mondrigo e alcune cartoline arrivate da Parigi, dove un artista ha rappresentato la sua idea di futuro, immaginandosi la vita nel 2000.
Tutto scorrerebbe lento a Borgo se due eventi non spezzassero la monotonia del paese: urla agghiaccianti che attraversano la notte e l’arrivo di un camion di biciclette. Mentre sul primo evento si fantastica sulla possibile presenza di un fantasma (il fantasma del generale), sul secondo i cittadini di borgo si buttano a capofitto, acquistando per pochi soldi un biciclo: una vera novità per delle persone di paese.
Inutile sottolineare che di ogni evento a Borgo si parla per un po’ e poi diventa consuetudine, e tra esperimenti colpi di scena il 1899 si appresta a volgere verso la fine dopo un’estate piena di colpi di scena.
Un libro delizioso, capace di riportare il lettore indietro di un secolo, dentro la vita rurale di un piccolo paese, prima che la modernità prenda il sopravvento. Uno squisito spaccato dell’Italia di fine Ottocento in cui si guarda con apprensione e curiosità al futuro che sta arrivando.
H!

http://www.parapigliaedizioni.it/

(immagine: la copertina del libro)

La scimmia e il melograno

“La scimmia e il melograno”
di Serenella Quarello
illustrazioni di Lucie Müllerová
Orecchio Acerbo, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Una scimmia seduta su una quercia mangia un melograno.
Dal melograno cade un seme e, di lì a poco, prende vita una piccola pianta. Però i rami della quercia fanno troppa ombra per permettere alla piccola pianta di crescere, così la scimmia, che si sente responsabile della nascita del melograno, decide di chiedere aiuto affinché la quercia sposti i suoi rami (o venga abbattuta) per permettere al suo alberello di crescere.
Questo è l’antefatto di un racconto che si snoda in un susseguirsi di personaggi che si rifiutano di ascoltare le (per loro assurde) suppliche della scimmia.
Il contadino non vuole abbattere l’albero, il giudice non vuole saperne del contadino, il re e la regina non sanno nemmeno di cosa la scimmia stia parlando, nemmeno il topo la vuole aiutare, così anche il gatto, il cane, il bastone, il fuoco, l’acqua, il bue… un momento! Questa storia somiglia ad una canzone!
E che canzone!
La vicenda si svolge per metà in bianco e nero, ma quando la storia si riavvolge, per tornare indietro (ripassando da tutti i personaggi) alle sorti del piccolo melograno esplode in una giostra di colori.
Un bellissimo carosello di immagini che vede nel suo epilogo un significato che obbliga a pensare: fra tutti gli interpellati solo la Morte aiuterà la scimmia a salvare il suo melograno.
H!

http://www.orecchioacerbo.com/editore/

(immagine: la copertina del libro)

Bambi

“Bambi”
di Kochka, dal racconto originale di Felix Salten
illustrazioni di Sophie Lebot
Gallucci Editore, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Abbiamo imparato a conoscere il cerbiatto Bambi dal film di animazione di Walt Disney del 1942, ma pochi sanno che il racconto originale fu scritto e pubblicato nel 1923 da un autore ungherese: Felix Salten (pseudonimo di Siegmund Salzmann).
Questo libro pubblicato da Gallucci è un riassunto per parole e immagini del romanzo di Salten, decisamente più lungo, che tocca i punti salienti della vita del giovane capriolo: la sua nascita, i suoi primi passi nel bosco, i suoi amici, la separazione dalla madre che determina il suo ingesso nell’età adulta, lo spuntare delle corna sulla sua testa (la corona), l’incontro con il padre severo, l’amore.
Quello di Salten è un libro decisamente più realistico rispetto alla versione a cartoni animati: i caprioli (diventati cervi dalla coda bianca nel lungometraggio disneyano) hanno una complicata gerarchia da rispettare, devono affrontare il quotidiano e – purtroppo – la presenza dell’uomo.
In questo libro dalle illustrazioni delicatissime si comincia ad assaporare la vera essenza di Bambi come romanzo di formazione, non solo come frivolo racconto per bambini (non ci sono né il coniglio Tippete né la puzzola Fiorellino, ma altri caprioli giovani impulsivi e vecchi saggi) e viene riconsegnato ai posteri come deve essere letto.
Un riassunto semplice e gradevole, con splendide illustrazioni per i più piccoli, un ottimo assaggio per poter leggere in un secondo tempo il romanzo originale.
H!

https://www.galluccieditore.com/

(immagini: la copertina del libro edito da Gallucci e l’immagine Disney di “Bambi”)

Il segreto di Gea

“Il segreto di Gea”
di Stefania Gionta
illustrazioni di Martina Gianello
Ali Ribelli Edizioni, 2017
(11 – 12 anni)

“Abbiamo un solo pianeta nel quale possiamo vivere, per questo dobbiamo imparare a vivere nei limiti di un solo Pianeta.”
(WWF)
Questa frase rubata al WWF racchiude appieno il messaggio che l’autrice vuole trasmettere con questo libro: una terra malata da salvare e un’incredibile avventura attendono Diana, la protagonista, affinché cambi le sorti del nostro pianeta.
Inquinamento selvaggio e spiriti maligni che vogliono distruggere la supremazia della grande Gea (Madre Terra) fanno da sfondo a questa storia dove Diana, supportata dai suoi amici e alcune creature magiche, deve riuscire ad impedire la distruzione di ciò che abbiamo di più sacro: l’armonia naturale che permette la vita.
Ma perché Diana è stata scelta per una missione così grande? La ragazza all’inizio ha solo dei sogni premonitori che le indicano un cammino da percorrere, ma presto diventa la protagonista di un vero e proprio viaggio all’interno di un bosco pieno di spiriti maligni e benigni che si stanno preparando ad una battaglia epocale e… aspettano proprio lei.
Così fra vecchi e nuovi amici, veleni, inganni e tradimenti Diana si troverà a dover compiere una scelta che potrebbe cambiare per sempre le sorti del mondo in cui viviamo.
Un libro per giovani adulti che si propone di sensibilizzare il lettore sul tema dell’inquinamento globale, e che mette l’accento su quanto sia importante la decisione di un singolo individuo per la sopravvivenza di tutti.
H!

http://www.aliribelli.com/

(immagine: la copertina del libro)

I gamberetti dispettosi

“I gamberetti dispettosi”
di Anna Vivarelli
illustrazuini di Andrea Astuto
Interlinea – Le rane grandi, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Curioso, divertente e colorato, in pieno stile Vivarelli ecco un libro che parla di gamberetti, ma non gamberetti qualunque: di gamberetti super dispettosi!
Un libro strapieno di gamberetti, tanti gamberetti, e tutti quanti impertinenti con gli altri abitanti del mare, ai quali fanno scherzi di ogni tipo. Sono così tanti che organizzano i turni per dormire per poter tormentare i poveri pesci di giorno e di notte.
Finché un giorno arriva un pescatore con una barca e pesca un mucchio di gamberetti, ma loro non se ne accorgono, perché sono TANTISSIMI e non si conoscono tutti per nome!
Poi arrivano altre barche e altre ancora, e i gamberetti diventano il “!piatto forte” di due ristoranti sul mare.
Ora i gamberetti non hanno più voglia di scherzare, così decidono di cambiare mare… ma cosa resterà di quello spicchio di mare senza i gamberetti?
Una storia divertente, tutta da ridere, splendidamente animata dalle illustrazioni “fumettose” di Andrea Astuto.
H!

Le rane di Interlinea utilizzano Shiro Alga Carta ecologica della Cartiera Favini creata dalle alghe della Laguna di Venezia, che ora usa alghe provenienti da ambienti lagunari inquinati mescolate con fibre certificate FSC.

http://www.interlinea.com/lerane/

Questo libro ha anche un’ANIMA DIGITALE, scoprila seguendo le istruzioni nella prima pagina!

(immagine: la copertina del libro)

Puntino

“Puntino”
di Giancarlo Macrì e Carolina Zanotti
Nuinui, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Puntino è un puntino nero su una pagina bianca.
Ce ne sono tanti di puntini, così tanti da riempire tutta la pagina, e sono tutti amici.
I puntini neri vivono felici.
Però la pagina accanto è piena di puntini bianchi che non se la passano bene: i puntini bianchi vogliono andare nella pagina dei puntini neri, perché i puntini neri hanno tutto e sono felici, invece ai puntini bianchi mancano molte cose.
In base alle richieste dei puntini bianchi i puntini neri devono decidere, e la loro decisione potrebbe cambiare il loro mondo (e la loro pagina) per sempre!
Un libro scritto (a quattro mani) dalla giornalista Carolina Zanotti e dal fondatore de “La Banda Osiris”, Giancarlo Macrì (anche autore delle illustrazioni). più che mai attuale.
I puntini, anche se molto diversi, cercano di superare la loro diversità per creare una nuova armonia e dopo alcuni goffi tentativi… ci riescono.
Alla fine però nulla sarà più come prima.
Un libro cartonato, una metafora in bianco e nero per riflettere sul mondo in cui viviamo e su cosa è in grado di fare la solidarietà.
H!

(immagine: la copertina del libro)

Dura la vita da duro

“Dura la vita da duro”
di Daniela Valente
illustrazioni di Margherita Micheli
Coccole books, 2017
(7 – 8 anni)

Spesso siamo testimoni (consapevoli o inconsapevoli) delle azioni di un bullo, ancora più spesso sappiamo immedesimarci nella vittima, ma difficilmente ci addentriamo nella mente del bullo stesso.
Questo libro, con estrema semplicità, racconta i due aspetti del bullismo: la vittima e il carnefice.
Con un repentino cambio di colori (il rosso per il bullo, l’azzurro per la vittima) entriamo nei pensieri di due ragazzi che, loro malgrado, ricoprono il ruolo che si sono cuciti addosso.
La vittima fatica trovare il coraggio per denunciare e, comunque, teme di non essere ascoltata, mentre il bullo, circondato dalla sua banda, si comporta come tutti si aspettano da lui, perché è grande grosso ed è così che funziona…
Un argomento molto attuale trattato in questo libro con diversi spunti di riflessione: l’inadeguatezza e la sofferenza fanno parte tanto di chi riceve un’ingiustizia, quanto di chi la mette in atto.
Un libro per cominciare a parlare di bullismo cercando di capire quali sono i meccanismi che vengono messi in atto, quali sono le condizioni che creano vittima e carnefice e come si possono arginare.
Un libro che parla di sentimenti e non condanna nessuno.
H!

https://coccolebooks.com/

(immagine: la copertina del libro)

L’accalappialuna

“L’accalappialuna”
di Séverine Vidal
illustrazioni di Barroux
Edizioni Clichy, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Un nonno.
Un nipote.
Un cappellino rosso.
Tre semplici ingredienti per una storia fatta di storie raccontate da un nonno che ne ha proprio tante da raccontare, come quella volta che è stato addestratore di gnu, di mammuth e di orsi artigliati. Oppure quando è stato un collezionista di sorrisi o un cacciatore di povere di stelle.
Lo sapete che è stato il nonno ad inventare le uova tonde e lisce, perché prima erano quadrate?
Il nonno è veramente incredibile, sa costruire cose nuove con vecchi oggetti e una volta ha anche conosciuto una sirena che ha cantato per lui tutta la notte.
Quante cose si possono fare con il nonno, si può andare a pescare oppure fare un pic-nic sulla luna.
Un bellissimo rapporto nonno – nipote che diventa ogni giorno più forte grazie alle storie che vivono e che si immaginano insieme (anche se non è importante ciò che è reale o ciò che è solo immaginato) fino al passaggio di consegne da uno all’altro.
H!

http://www.edizioniclichy.it/

(immagine: la copertina del libro)

1 2 3 20