“Louis e i suoi fantasmi”
di Fanny Britt
illustrato da Isabelle Arsenault
Mondadori – Contemporanea, 2017
(11 – 12 anni)

Un libro, un fumetto, un’opera d’arte di una grande illustratrice per l’infanzia.
Il passaggio dalla pubertà all’adolescenza non è mai una passeggiata, soprattutto se – come Louis – ci si sente poco coraggiosi e molto… inutili.
Un padre troppo fragile che cerca le sue risposte nella bottiglia, una madre troppo apprensiva e un fratellino piccolo (Funghetto) fanno parte del mondo di Louis che con le sue riflessioni cerca di dipanare la matassa della sua vita. Louis è uno spettatore di ciò che gli accade intorno, vuole dare un senso a ciò che vede e cerca di capire cosa gli sta accadendo.
Così noi lettori, accompagnati dalle potenti illustrazioni di Isabelle Arsenault, seguiamo il filo dei pensieri di Louis che si affaccia all’età adulta e si domanda molte cose, fra le quali cos’è il coraggio, perché lui non ha nemmeno il “coraggio” di rivolgere la parola a Billie: così bella, così perfetta con gli occhiali che le scivolano sul naso quando si emoziona…
La famiglia, le responsabilità, l’amore, l’amicizia, quanti sentimenti da gestire, quante emozioni da capire, quanti “fantasmi”, quante domande senza risposta che nemmeno un viaggio a New York sembra poter chiarire.
Il coraggio Louis dovrà trovarlo dentro di sé e a modo suo, perché intorno a lui tutto scorre veloce e la vita va vissuta, acchiappata, affrontata…
Dimenticavo: in questa storia c’è anche un procione che si chiama Michael Jackson!
H!

http://www.ragazzimondadori.it/

(immagine: la copertina del libro)

Comments are closed.