Nel 1954 il Dr Seuss (pseudonimo di Theodor Seuss Geisel, 1904 – 1991) pubblicò “Ortone e i piccoli Chi!” (Horton hears a who!), un libro nel suo incredibile stile che parla dell’importanza di ognuno, non importa quanto piccolo.
Nel pieno stile del Dr. Seuss: un grande messaggio in una storia che apparentemente parla d’altro: Ortone l’elefante grazie alle sua grandi orecchie riesce a sentire le voci dei Chi, gli abitanti di Chissà, una città costruita su un granello di polvere. Ovviamente solo Ortone è in grado di sentire le microscopiche voci dei Chi e non viene creduto dagli altri abitanti della giungla (i macachi, l’aquila, ma soprattutto la cangura) che fanno di tutto per sottrargli il granello di polvere (appoggiato sopra un fiore). Solo l’unione di tutte le voci dei Chi (più una) permetterà loro di farsi sentire, salvare la loro città e riabilitare Ortone.
Nel 2008 dal racconto viene realizzato un film di animazione dal titolo italiano “Ortone e il mondo dei Chi” (con Ortone l’elefante doppiato in Italia da Christian De Sica).
Il film è stato prodotto dalla Blue Sky Studios 20th Century Fox.
Come sempre trasporre un racconto in rima in un lungometraggio in prosa (in questo caso anche musical!) fa perdere la cadenza della storia originale. Per forza di cose si sono dovute allungare delle scene per giustificare 84 minuti di animazione e sono stati aggiunti parecchi personaggi (inoltre i Chi diventano i Non-So-Chi). Gli animali sono ben delineati, a partire da Ortone l’elefante, e non perdono l’aspetto riconoscibilissimo dell’originale, però il 3D è ben lontano dalla semplicità dei disegni bicromatici del Dr. Seuss.

“Ortone e il mondo dei Chi” (Horton hears a who!)
USA, 2008
Blue Sky Studios 20th Century Fox
animazione, 84 min.

(immagine: il libro di “Ortone e i piccoli Chi!” edito da Giunti e la locandina del film)

Comments are closed.