Crea sito

Apri bene gli occhi

“Apri bene gli occhi”
di Ramadier & Bourgeau
Babalibri, 2017
(3 – 4 anni)

Apri bene gli occhi ed impara ad osservare:
osserva grandi paesaggi in cui spicca un solo colore,
osserva dettagli incredibili che solo con acuta attenzione puoi veramente vedere,
osserva animali, fiori, frutti, prati, ruscelli…
osserva cosa fanno Papà Coniglio e i suoi piccoli, Martino e Anna,
osserva il BIANCO della neve che ricopre tutto,
osserva il BLU che riflette il colore del cielo,
osserva le sfumature di VERDE sopra un prato,
osserva il GIALLO del grano…
Un bellissimo libro cartonato tutto illustrato dedicato ai più piccoli, con grandi alette che raddoppiano la dimensione delle pagine e si aprono su coloratissimi paesaggi pieni di cose da scoprire.
Solo per lettori con occhi ben aperti!
H!

http://www.babalibri.it/

(immagine: la copertina del libro)

Fuga dal Paese delle Meraviglie – La vera storia della Regina di Cuori

“Fuga dal Paese delle Meraviglie – La vera storia della Regina di Cuori”
di Elisa Puricelli Guerra
illustrazioni di Gloria Pizzilli
Piemme – Il Battello a vapore, 2016
(9 – 10 anni)

Chi era la regina di Cuori prima di essere la Regina de Il Paese delle Meraviglie?
Ovviamente era una principessa, ma non aveva ancora un nome, solo un carattere indipendente e i capelli color madreperla, caratteristici del suo ceto sociale.
Era una principessa che non voleva diventare regina, perché non voleva diventare come sua madre.
Una principessa convinta che fuori dalle porte del palazzo il Paese delle Meraviglie aveva molto di più da offrirle degli sfarzi della corte.
Una principessa che fuggì da palazzo per vivere la sua “avventura”: trovare Messer Tempo e chiedergli di congelare il momento che la separava dall’età adulta, per non diventare mai regina.
Una principessa senza nome che alla fine dovrà scegliere, anche a costo di costruirsi una corazza intorno al cuore.
Un’avventura nel Paese delle Meraviglie molti anni prima che lo visitasse Alice, dove non mancano le foreste incantate, i cibi che fanno crescere e rimpicciolire, le assurde leggi sul taglio della testa, i cuori e… un gatto che scompare un pezzo alla volta!
H!

Della stessa collana:
“La legge della giungla – La vera storia di Bagheera”
“La vera storia di Capitan Uncino”

http://www.battelloavapore.it/

(immagine: la copertina del libro)

Piacere! Sono Antonio… – Il santo di Padova racconta la sua vita

“Piacere! Sono Antonio… – Il santo di Padova racconta la sua vita”
scritto da un frate francescano
illustrazioni di Giovanni Manna
Edizioni Messaggero Padova, 2017
(6 – 7 anni)

Fernando è nato nel 1195 a Lisbona.
Fin dai suoi primi anni di studio Fernando si sente chiamato da Dio e decide di entrare nell’ordine dei frati agostiniani di Santa Croce di Coimbra col nome di Antonio.
Dal Portogallo all’Italia, ad Assisi e poi a Padova, il frate che voleva fare il missionario a causa di un malore si ritrova invece in convento a Montepaolo, vicino a Forlì.
Antonio si scopre così un grande oratore quando celebra messa e poco dopo cominciano i miracoli: il miracolo della mula e dell’ostia, il miracolo dei pesci che affiorano dall’acqua per ascoltare le sue parole e il miracolo del pane (infatti è proprio grazie ad Antonio che ancora oggi si dona pane ai poveri in suo nome).
Un importante personaggio medievale, una vita fatta di semplicità, rinunce e sacrificio per gli altri.
Questo piccolo racconto è una piacevole lettura per cominciare a conoscere la storia di questo frate portoghese che Padova ha adottato come suo Santo (con la “S” maiuscola).
H!

http://www.edizionimessaggero.it/ita/home.asp

(immagine: la copertina del libro)

COLLANA PULCI NELL’ORECCHIO (a cura di Fabian Negrin)

COLLANA PULCI NELL’ORECCHIO (a cura di Fabian Negrin):
“Rex” di D. H. Lawrence
“Canituccia” di Matilde Serao
“Lo zio del barbiere e la tigre che gli mangiò la testa” di William Saroyan
illlustrazioni di Fabian Negrin
Orecchio Acerbo, 2017
(8 – 9 anni)

Tre libri già usciti in libreria che danno via alla collana PULCI NELL’ORECCHIO curata (e mirabilmente illustrata) da Fabian Negrin per Orecchio Acerbo.
Tre racconti dal sapore antico che segnano il distacco dall’età infantile a quella adulta, tre racconti dolci/amari con protagonisti dei ragazzi.
Il Cane Rex che accompagna con la sua risolutezza la crescita di quelli che considera i suoi padroni la povera Canituccia che perde un maiale per poi ritrovarlo e creare con lui un legame unico fino all’inevitabile distacco e il ragazzo che per tagliarsi la chioma più incredibile che si sia mai vista, fa visita ad un barbiere incapace di tagliare i capelli, ma grande narratore di storie.
Tre libri che ci ricordano che uomini, ragazzi e animali: solo piccole pedine nel grande gioco della vita.
H!

http://www.orecchioacerbo.com/editore/

(immagine: le copertine dei tre libri illustrati da Fabian Negrin)

Un ospite inatteso

“Un ospite inatteso”
Di Eléonore Thuillier
Illustrazioni di Clotilde Goubely
La Margherita Edizioni, 2017
(3 – 4 anni)

C’è un nuovo animale in fattoria?
Ma che animale è?
La mucca. Il gatto, il maiale e il gallo non capiscono che animale può essere: è giallo, pieno di strisce e somiglia ad un gatto!
La mucca allora guarda sull’enciclopedia degli animali selvatici: è una TIGRE! Un cucciolo li di TIGRE!
Una tigre in fattoria?
Gli animali sono spaventati: la tigre è carnivora, li mangerà tutti!
Eppure questa tigre non sembra interessata a mangiarli, è scappata dal circo e cerca una casa insieme alla sua… MAMMA!
Un delizioso libro con finale a sorpresa.
H!

http://www.ilcastelloeditore.it/catalogo.php?ed=MARGHERITA%20EDIZIONI

(immagine: la copertina del libro)

“Caro tu – Lettere segrete mai spedite”
di Emily Trunko
illustrazioni di Lisa Congdon
De Agostini, 2017
(a partire da 11 anni)

Un progetto nato per caso che, quando è nato, non era nemmeno un progetto.
Emily Trunko, giovanissima blogger americana, ha pensato di aprire una pagina web (Tumblr) dove ha invitato le persone a pubblicare le proprie lettere mai spedite: ad un fidanzato, a se stessi da giovani, ad un insegnante, all’amore della propria vita, al proprio corpo… insomma, tutte quelle lettere rimaste chiuse nei cassetti senza un indirizzo ed un francobollo o dentro una cartella sul computer perché non si è mai premuto il tasto INVIO.
La pagina di Emily, “Dear My Blank”, ha ricevuto tantissime lettere mai spedite e Emily è diventata la custode delle parole mai dette dei suoi utenti.
Di queste migliaia di lettere è nato un libro (questo libro!) che racchiude tante parole di speranza, tanti rimorsi, successi, insuccessi, ma soprattutto storie d’amore vissute o soltanto immaginate.
Parole che arrivano dritte alla pancia dato che -protetti dall’anonimato- gli utenti hanno tirato fuori sentimenti forti, senza svolazzi letterari o lunghi discorsi, parole soffocate su una pagina che rappresentano la loro esperienza di vita.
I destinatari (che non hanno mai ricevuto le lettere) sono molteplici: un amore, un amico, un professore, un genitore, una rockstar, ma anche il proprio corpo, il se stesso da giovane, il dolore… il mondo intero.
Un libro che costringe a pensare a quali sono le nostre “lettere mai spedite”, ai loro destinatari, un libro che ci invita a scavare in profondità.
Che siano lettere lunghe o frasi brevissime, le parole non dette sanno essere potenti.
Bellissimo!
H!

http://www.deagostini.it/

(immagine: la copertina del libro)

Oltre le nuvole – Martina e il Paese dell’Arcobaleno

“Oltre le nuvole – Martina e il Paese dell’Arcobaleno”
di Laura Fogliati
Panesi Edizioni, 2016
(8 – 9 anni)

Nel Paese dell’Arcobaleno, un paese al di sopra delle nuvole, vivono delle fate che fanno un lavoro davvero particolare: raccolgono le bugie dei bambini della terra.
Si sa, le bugie dei bambini sono per lo più innocenti, ma quando Martina, una fata apprendista, raccoglie una BUGIA NERA il mondo di sopra si movimenta affinché il seme dell’odio piantato dal crudele Perfidus e dai suoi oscuri figli non si propaghi nel mondo attraverso i bambini.
E proprio Martina, ancora inesperta verrà chiamata per compiere questa difficile missione: infatti la regina del Paese dell’Arcobaleno ha visto in lei qualcosa di più di una semplice fata addetta alla raccolta e, insieme ad una squadra di esperti, la recluta per sconfiggere il male.
Fra colpi di scena, sogni e amici non sempre sinceri prende forma questa piccola avventura al di sopra le nuvole.
H!

(immagine: la copertina del libro)

A piede libero

“A piede libero”
di Marco Zilio
illustrazioni di Giacomo Agnello Modica
Uovonero Edizioni – I Geodi, 2017
(7 – 8 – 9 – anni)

I piedi ci portano dove vogliamo andare, ma dove vogliono andare i nostri piedi?
Piede Sinistro, che è sempre più stato più veloce (e curioso) di Piede Destro un giorno decide di non aspettarlo più, così comincia questa storia di piedi anzi, di un piede solo: PIEDE SINISTRO.
Piede Sinistro appena guadagnata la libertà comincia a correre e a viaggiare, non c’è posto nel mondo che non voglia visitare, non ci sono vette troppo alte o fondali marini troppo profondi o città troppo grandi per lui.
Però dopo tutto quel viaggiare decide di tornare da Piede Destro, solo che anche Piede Destro non l’ha aspettato e non è più dove Piede Sinistro lo aveva lasciato, sono rimasti solo calzini sinistri e scarpe sinistre…
Un singolo piede riscuote una certa curiosità, tanto che tutti gli altri piedi, zampe, zoccoli e pinne gli chiedono: “Ma che ci fai qui, tutto solo?”.
Fino a quando un giorno Piede Sinistro incontra un altro piede sinistro come lui. I due piedi scoprono di andare d’accordissimo, anche se si devono coordinare un po’.
Due piedi sinistri? Ma non sarà strano?
Il significato di questa storia? Ognuno può leggere la morale che vuole, ma forse non esiste un “piede giusto”, esistono solo tanti piedi che cercano la loro strada.
H!

http://www.uovonero.com/s/

(immagine: la copertina del libro)

BIMBAMBEL – Storie della buonanotte

“BIMBAMBEL – Storie della buonanotte”
Di Anna Lavatelli
Illustrazioni di Giulia Orecchia
Interlinea – Le Rane Grandi, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

BIMBAMBEL è un racconto.
BIMBAMBEL è un intercalare.
BIMBAMBEL è un suono che accompagna le storie della buonanotte che un padre racconta al suo bambino.
Un padre “raccontastorie” fantastico, che intrappola i fulmini, cattura la luna, spazza via gli incubi che sognano gli orsi polari,è capace di cucinare una torta nella bocca di un vulcano e riesce a tagliare una finestra fra le nuvole per far uscire il sole! Un padre che racconta dei suoi viaggi surreali ad un bambino che gli chiede una storia.
BIMBAMBEL è il bambino che ascolta la storia.
H!

Le Rane di Interlinea amano la natura e per questo risparmiano alberi per un mare pulito utilizzando Alga Carta ecologica ricavata dalle alghe della laguna di Venezia

http://www.interlinea.com/lerane/

(immagine: la copertina del libro)

Frida Khalo – Autoritratto di una vita

“Frida Khalo – Autoritratto di una vita”
di Sabrina Colloredo
illustrazioni di Sara Not
Edizioni El – I Grandissimi, 2016
(7 – 8 anni)

Testarda, geniale, forte, assolutamente fuori dagli schemi, in due parole: Frida Khalo.
Una piccola biografia della serie “I Grandissimi” scritta magistralmente da Sabrina Colloredo che tocca le parti salienti della vita di Frida, dall’infanzia, al grave incidente che la vide protagonista, alla storia d’amore con il pittore Diego Rivera (molto più vecchio di lei) ai viaggi, passando per la sua arte così colorata, così personale, così controversa…
Uno sguardo su una vita straordinaria, su un’artista riconosciuta tale in tutto il mondo, un piccolo libro per cominciare a conoscere questa donna straordinaria.

“Dipingo me stessa perché passo tanto tempo da sola, e perché sono il soggetto che conosco meglio” (Frida Khalo)

http://www.edizioniel.com/

(immagine: la copertina del libro)

NON IMPORTA QUANTO TU SIA PICCOLO…

Nel 1954 il Dr Seuss (pseudonimo di Theodor Seuss Geisel, 1904 – 1991) pubblicò “Ortone e i piccoli Chi!” (Horton hears a who!), un libro nel suo incredibile stile che parla dell’importanza di ognuno, non importa quanto piccolo.
Nel pieno stile del Dr. Seuss: un grande messaggio in una storia che apparentemente parla d’altro: Ortone l’elefante grazie alle sua grandi orecchie riesce a sentire le voci dei Chi, gli abitanti di Chissà, una città costruita su un granello di polvere. Ovviamente solo Ortone è in grado di sentire le microscopiche voci dei Chi e non viene creduto dagli altri abitanti della giungla (i macachi, l’aquila, ma soprattutto la cangura) che fanno di tutto per sottrargli il granello di polvere (appoggiato sopra un fiore). Solo l’unione di tutte le voci dei Chi (più una) permetterà loro di farsi sentire, salvare la loro città e riabilitare Ortone.
Nel 2008 dal racconto viene realizzato un film di animazione dal titolo italiano “Ortone e il mondo dei Chi” (con Ortone l’elefante doppiato in Italia da Christian De Sica).
Il film è stato prodotto dalla Blue Sky Studios 20th Century Fox.
Come sempre trasporre un racconto in rima in un lungometraggio in prosa (in questo caso anche musical!) fa perdere la cadenza della storia originale. Per forza di cose si sono dovute allungare delle scene per giustificare 84 minuti di animazione e sono stati aggiunti parecchi personaggi (inoltre i Chi diventano i Non-So-Chi). Gli animali sono ben delineati, a partire da Ortone l’elefante, e non perdono l’aspetto riconoscibilissimo dell’originale, però il 3D è ben lontano dalla semplicità dei disegni bicromatici del Dr. Seuss.

“Ortone e il mondo dei Chi” (Horton hears a who!)
USA, 2008
Blue Sky Studios 20th Century Fox
animazione, 84 min.

(immagine: il libro di “Ortone e i piccoli Chi!” edito da Giunti e la locandina del film)

Mi disegni un piccolo principe?

“Mi disegni un piccolo principe?”
di Michel Van Zeveren
Babalibri, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Come si fa a disegnare quando non si sa disegnare?
Piccola Pecora chiede a Pecorella di disegnarle un piccolo principe, Pecorella lo fa volentieri, ma quando glielo chiedono tutti gli altri, Pecorella gli risponde che possono disegnarlo da soli!
Tutti disegnano.
Tranne Piccola Pecora, che non sa disegnare.
Allora Piccola Pecora chiede alla mamma di disegnarle un piccolo principe, la mamma però non sa disegnare e le suggerisce di disegnare le cose che nessuno vede (come un sasso, per esempio). Piccola Pecora è rincuorata: ora può disegnare quello che nessuno vede… ma i suoi compagni la imitano e cominciano a disegnare tutti insieme!
Tranne Piccola Pecora, che non sa disegnare.
Eppure nella testa di Piccola Pecora ci sono tante cose, possibile che non ci sia un modo per fissarle su un foglio?
Un piccolo libro per credere in se stessi e nella propria immaginazione.
H!

http://www.babalibri.it/

(immagine: la copertina del libro)

L’uomo Albero

“L’uomo Albero”
di Massimilano Frezzato (Maledette Fiabe)
Lavieri Edizioni, 2016
(4 – 5 – 6 anni)

Un bellissimo racconto in rima che fa riflettere sulla caducità delle cose.
Un topo si ripara fra le radici dell’Uomo Albero per sfuggire ad un falco.
Fra le radici scorge una corona da re e decide di prenderla.
Dopo qualche anno il Topo – diventato re – torna dall’Uomo Albero e avanza una serie di richieste (può farlo, ormai è re):
espropria la terra dell’Uomo Albero,
gli costruisce attorno un castello,
gli chiede i frutti per nutrire i suoi soldati,
pretende anche i suoi rami per scaldare le sue truppe.
L’uomo Albero silenzioso accondiscende a tutto ciò che il topo/re gli ordina ma… per il ciclo naturale della natura, dura di più la vita di un topo o la rigenerazione di un albero?
Meravigliose le illustrazioni di Frezzato che sa spaziare senza fatica dai fumetti alle illustrazioni per bambini.
H!

http://www.lavieri.it/

(immagine: la copertina del libro)

EDMONDO DE AMICIS PER LE VIE DI TORINO

Come ricorda questa targa commemorativa affissa di fianco al portone del palazzo posto nell’angolo nord di piazza XXIII Dicembre a Torino, qui visse una parte della sua vita Edmondo De Amicis, e qui scrisse il libro “Cuore”.
La piazza, all’epoca di De Amicis si chiamava piazza San Martino (come la via adiacente), il nome fu cambiato dopo l’eccidio di Porta Susa del 18 dicembre 1922.
H!

Ciao Cielo

“Ciao Cielo”
di Dianne White
illustrazioni di Beth Krommes
traduzione poetica di Bruno Tognolini
Il Castoro, 2016
(4 – 5 – 6 anni)

Un’azzurra giornata di sole si trasforma in un grigio temporale.
Il temporale muta il paesaggio e costringe uomini e animali a mettersi al riparo.
Apparentemente una storia semplicissima, se non fosse per il suono delle parole e l’intensità delle immagini che accompagnano tutto il racconto.
Le parole, perfette nella traduzione di Tognolini, sono i suoni del temporale che ripetute (e in rima) ci fanno rivivere le sensazioni di una giornata sconvolta dal sopraggiungere del temporale.
I disegni poi raccontano una storia per immagini, dove si possono seguire le azioni dei protagonisti (umani e animali) quando scappano dalla furia della pioggia e del vento.
Ma il temporale è destinato a placarsi e, quando sopraggiunge la notte, il cielo si tinge d’argento.
H!

http://www.castoro-on-line.it/

(immagine: la copertina del libro)

Prova dire Abracadabra!

“Prova dire Abracadabra!”
di Maria Loretta Giraldo
illustrazioni di Nicoletta Bertelle
Camelozampa, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

ABRACADABRA si sa, è una parola magica!
Come tutte le parole magiche però va ripetuta perché faccia effetto.
Questa è la storia di Piccolo Gufo che ha paura di cadere, allora non riesce a volare come fanno gli altri uccellini appena svezzati.
La paura è un freno, così Tartaruga insegna a Piccolo Gufo una parola supermagica: ABRACADABRA!
Ma è una parola che va pronunciata nel modo corretto e tante tante volte prima che faccia effetto!
A-B-R-A-C-A-D-A-B-R-A.
Non è facile.
Ma nemmeno volare è facile… però non è neppure impossibile.
Un libro giusto per lettori tenaci.
H!

http://www.camelozampa.com/

(immagine: la copertina del libro)

Un giorno, io sarò veterinaria

“Un giorno, io sarò veterinaria”
di Cee Cee Mia & Pog
illustrazioni di Fabien Ockto Lambert
Notes Edizioni, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Ah il veterinario!
Che nobile lavoro!
Nel mondo ci sono animali che soffrono moltissimo e bisogna aiutarli tutti!
Carie sui denti dei pescecani, perdita di memoria degli elefanti, scimmie che non sanno più fare le smorfie, topi che miagolano, coccodrilli che non smettono di piangere!
Quando sarò veterinaria gli animali faranno la fila fuori dal mio studio per farsi curare da me! Le mie cure saranno fantastiche: gelati, cerotti, sorrisi e… abbracci, tanti abbracci!
Quando sarò veterinaria…
Un bellissimo libro su uno dei mestieri che da piccoli almeno una volta tutti quanti abbiamo sognato di fare, con illustrazioni un po’ retrò, nate dalle mani di Fabien Ockto Lambert.
H!
Questo libro, come tutti i volumi di Notes, è amico degli alberi: stampato da un’azienda certificata su carta ecosostenibile.

http://www.notesedizioni.it/it/home

(immagine: la copertina del libro)

Il bambino con gli sci di legno

“Il bambino con gli sci di legno”
di Ismaele Russo e Rosetta Spinelli
illustrazioni di Gregorio Porzionato
Giovanelli Edizioni, 2016
(7 – 8 anni)

Immaginate un villaggio dal nome impronunciabile: Jinchostrakumba.
Immaginate che in questo luogo non vi sia il denaro, ma solo il baratto.
immaginate una piccola comunità di artigiani.
immaginate un ragazzino con il dono della falegnameria che costruisce degli splendidi sci di legno!
Con questi quattro presupposti comincia questo semplice libro scritto a quattro mani da una nonna e da un nipote con la passione per l’avventura.
la storia di un ragazzo (Roddy) che nella foresta trova un amico un po’ particolare: un gigante ferito che lo aiuterà a sciogliere un antico mistero.
Neve, animali coraggiosi e un cattivo a cui tenere testa, completano questo racconto che sembra una leggenda popolare d’altri tempi.
H!

http://www.giovanelliedizioni.it/

(immagine: la copertina del libro)

Le avventure di Sam Pastrafrolla

“Le avventure di Sam Pastrafrolla”
di J.M. Trewellard
illustrazioni (silhouettes) di Ian Beck
Piemme – Il Battello a vapore – STORIE A SORPRESA, 2010
(7 – 8 anni)

Un uovo? Un gioco? Un libro?
Pasqua è già nell’aria e Il Battello a vapore propone STORIE A SORPRESA: un contenitore a forma di uovo che contiene un libro e un personaggio da costruire.
Il messaggio è chiaro: a Pasqua non fatevi solo scorpacciata di cioccolato, sgranocchiatevi un bel libro!
Noi abbiamo letto “Sam Pastafrolla” un’insolita avventura cavalleresca con protagonista il giovane (e un po’ impacciato) Sam, un garzone del castello, con il “dono” di combinare disastri, che decide di andare a salvare la principessa dal terribile mostro che l’ha rapita e sta spaventando tutta la contea.
Però Sam è solo un garzone (anche se sogna di diventare cavaliere) e il suo esercito è piuttosto particolare: una cavallina e un cane brontolone! Ma durante il viaggio altri animali parlanti si aggiungono al corteo… riuscirà Sam a compiere la delicata missione di salvataggio che anche i migliori cavalieri hanno fallito?
H!

http://www.battelloavapore.it/

(immagine: la copertina del libro)

I racconti degli speciali – Curato e annotato da Millard Nullings

“I racconti degli speciali – Curato e annotato da Millard Nullings”
di Ramson Riggs
illustrazioni (incisioni) di Andrew Davidson
Rizzoli, 2017
(12 – 13 anni)

Chi ha amato la trilogia degli speciali e della loro “tata” Miss Peregrine, non può non avere questo libro “spin-off” della saga.
Innanzitutto perché sono i racconti degli speciali che hanno fatto la storia (come la nascita della prima ymbryne), poi perché il libro risulta curato dal ragazzo invisibile Millard Nullings, studioso all’interno della saga della storia degli speciali, infine perché ci sono le (bellissime) incisioni di Andrew Davidson.
Tre buone ragioni per non farselo scappare, dato che in libreria è passato un po’ in sordina rispetto agli altri tre libri e alla fama che ha raggiunto la saga dopo l’uscita del film di Tim Burton!
Racconti dal sapore antico che sfociano nel racconto popolare, racconti che parlano di speciali del passato che hanno fatto cose così grandiose da essere ricordati dai posteri della loro razza.
Storie di cannibali, donne serpente, ymbyne e speciali dai poteri straordinari che vi terranno incollati fino all’ultima pagina.
H!

http://www.rizzoli.eu/ragazzi/

(immagine: la copertina del libro)

Le calzette

“Le calzette”
di Matthieu Maudet
Babalibri, 2017
(2 – 3 – 4 anni)

Giulietta deve uscire!
Ma non si esce senza le calze!
Giusto, ma dove sono?
Nel cesto della lavatrice? Sotto il letto? Nascoste negli angoli più strani della casa?
Che fatica trovare queste calzette.
Ma quelle che trova Giulietta, sono veramente calze? Oppure sono qualcosa di diverso, di fantastico, di magico…
Un libro cartonato per piccole mani.
Un divertentissimo viaggio nel mondo degli indumenti!
H!

http://www.babalibri.it

(immagine: la copertina del libro)

Libri regalati

E anche oggi altri 5 libri regalati alla biblioteca!
I libri che mi mandano gli editori per le recensioni, dopo averli letti (e recensiti) li dono alla biblioteca perché abbiano nuova vita!

1 2 3 4 27