Crea sito

Il Natale di Pimpa

“Il Natale di Pimpa”
di Francesco Tullio Altan
Franco Cosimo Panini Editore, 2017
cartonato
(2 – 3 anni)

In una bella giornata d’inverno Pimpa pattina sul lago ghiacciato insieme a Coniglietto, Olivia e Tito.
Quando poi scende la sera e Pimpa si infila sotto la sua coperta rosa, ma… un momento cos’è quella stella dorata che attraversa il cielo?
Ma certo, è la stella di Natale!
Allora bisogna appendere le palline sull’albero e aspettare Babbo Natale!
E quando arriva Babbo Natale porta regali proprio per tutti: per Pimpa, Coniglietto, Olivia e Tito e persino per il signor Armando!
Ad ognuno la cosa che desiderava di più.
Un coloratissimo libro cartonato e tattile che farà scoprire ai più piccoli l’allegria del Natale insieme all’intramontabile Pimpa.
Una deliziosa strenna che non può mancare a Natale nella biblioteca dei più piccoli.
H!

https://www.francopaniniragazzi.it/

(immagine: la copertina del libro e alcune pagine interne)

La Strega Sibilla e il Gatto Serafino – Un Natale speciale

“La Strega Sibilla e il Gatto Serafino – Un Natale speciale”
con POP-UP
di Valerie Thomas
illustrazioni di Korky Paul
Ideeali, 2016
(4 – 5 – 6 anni)

Conoscete la Strega Sibilla?
E’ una strega un po’ matta che vive in una grande casa con Serafino, il suo gatto nero.
E’ arrivato il Natale e Sibilla è indaffarata coi preparativi: albero da addobbare, auguri da spedire… per fortuna Sibilla è una strega e si può aiutare con la magia!
Tutto è pronto, si può andare a dormire, ma un rumore e una richiesta di aiuto fanno svegliare Sibilla e Serafino di soprassalto: qualcuno si è incastrato nel camino!
Ma è Babbo Natale! In tremendo ritardo con la consegna dei regali!
Sibilla e Serafino vengono invitati a dargli una mano, e subito si mettono all’opera come “aiutanti di Babbo Natale”. Ma i due sono un po’ maldestri e ci sono ancora tanti regali da consegnare…
Un’altra divertente avventura per la strega Sibilla capace di cacciarsi in situazioni assurde che risolve sempre con un pizzico di magia!
H!

Se amate le avventure della Strega Sibilla non vi possono mancare:
– Serafino e la Strega Sibilla
– La Strega Sibilla e i pirati
– La Strega Sibilla e il dinosauro

(immagine: la copertina del libro)

http://www.ideeali.it

Buon Natale – Il Presepe pop-up

“Buon Natale – Il Presepe pop-up”
di Agostino Traini
Il battello a vapore, 2017
(2 – 3 – 4 anni)

Uno splendido libro pop -up illustrato da Agostino Traini (“il Signor Acqua”, “La Mucca Moka”) che questa volta illustra la storia del Natale.
Inutile dire che le immagini dalla grafica inconfondibile accompagnano perfettamente tutte le tappe della storia più antica dell’umanità: l’Annunciazione, Maria e Giuseppe che cercano un riparo, la stalla, la mangiatoia, la nascita di Gesù, l’omaggio dei pastori e le offerte dei tre Re Magi.
Tutto descritto con estrema semplicità (e in rima) per far conoscere ai più piccoli la vera storia del Natale.
I pop-up sono perfetti, ogni immagine del libro è portata in avanti e ricrea l’immagine in 3D, per “entrare” un po’ di più nella storia.
Un regalo adatto per i più piccoli, un racconto da leggere e rileggere insieme.
Ancora una volta Agostino Traini ha creato un piccolo capolavoro.

“Che notte d’amore, che notte speciale!
Gioite voi tutti: è arrivato Natale!”.

http://www.battelloavapore.it/

(immagine: la copertina del libro)

SUPERGUM

“Supergum”
di Laura Guglielmo
illustrazioni di Susanna Rumiz
Babao, 2017
(8 – 9 – 10 anni)

C’è un nuovo supereroe in città!
Però Pieve San Broccolo non è proprio una città, è un paese.
E Gianluca ha solo dieci anni e non è un vero e proprio supereroe… ma un potere lo possiede, l’ha scoperto da poco: sa controllare la GOMMA DA MASTICARE!
Ebbene sì, le gomme (masticate e non) sotto il suo controllo diventano enormi e sono in grado di assumere tutte le forme che la sua fantasia gli suggerisce.
Però niente gomme alla menta, le migliori sono alla fragola!
Solo Glauco (il migliore amico di Gianluca) conosce il suo segreto e insieme pensano ad un nome da supereroe, perché un supereroe deve avere un nome che faccia paura ai cattivi! E come ogni storia di supereroi che si rispetti Gianluca avrà a che fare anche con una SUPER rivale e, perché no, anche con dei SUPER cattivi!
Un potere un po’ insolito quello di comandare le gomme da masticare, ma che si rivelerà estremamente utile in molte occasioni, ma qualcosa di più grande sta per accadere…
Le giornate a Pieve San Broccolo non saranno più le stesse, perché ora c’è un supereroe che veglia sul paese: SUPERGUM!
Una nuova, divertente, coloratissima storia a fumetti tutta italiana della collana Babao, per tuffarsi a capofitto in un’avventura decisamente “appiccicosa”.
Attenzione, fra queste pagine c’è anche una cimice: Maciste Attila III, ma questa è un’altra storia.
“Supergum”, grande cartonato a colori, è il primo volume di una SUPER-serie.
H!

http://www.baopublishing.it/

(immagine: la copertina del libro)

EBENEZER SCROOGE… MCDUCK!

Pochi sanno che l’avaro più famoso del mondo (dopo quello di Molière) è servito da ispirazione per creare la figura del “papero più ricco del mondo”.
Ma andiamo con ordine.
Nella seconda metà dell’800 Charles Dickens regalò al mondo il suo racconto più celebre: “A Christmas Carol” e disegnò con la fantasia la figura di un uomo avarissimo, talmente attaccato al profitto da perdere di vista la vita. Un uomo che si priva di tutto pur di veder crescere la sua mole di denaro: Ebenezer Scrooge.
Proprio da questo personaggio Carl Barks (1901 – 2000), fumettista statunitense, considerato “l’Uomo dei Paperi” uno dei più grandi maestri della storia del fumetto, nel 1947 crea il personaggio di Scrooge McDuck (Paperon de Paperoni, lo Zio Paperone in Italia), ricchissimo fratello della madre del più conosciuto Paperino.
Ma mentre Lo Scrooge di Dickens è il protagonista di una presa di coscienza che ha il sapore della redenzione (che incontriamo spesso nei romanzi di fine ‘800), Zio Paperone invece in tutte le sue rappresentazioni mantiene un comportamento oscillante fra l’avarizia assoluta e la generosità. Paperone infatti è il discendente di un clan scozzese caduto in disgrazia, ha patito la fame e ha sudato ogni centesimo del suo deposito, ed è determinato a difenderlo con ogni mezzo.
Le due visioni dell’avarizia, quella di Dickens e quella di Barks si scontrano (incontrano?) però in un lungometraggio firmato dalla Disney del 1983: “Canto di Natale di Topolino” (Mickey’s Christmas Carol) che viene riproposto spesso in televisione nei giorni che precedono il Natale.
H!

(nell’immagine i due avari a confronto: Ebenezer Scrooge e Scrooge McDuck)

La foto di Natale

“La foto di Natale”
di Cinzia Ghigliano
Le rane – Interlinea, 2017
(6 – 7 anni)

Sono i giorni che precedono il Natale e Roberto (detto Bibi) aspetta con ansia il nonno: gli deve parlare. Il nonno arriva con un grosso pacco sotto il braccio e Bibi gli espone le sue perplessità: gli hanno detto che Babbo Natale non esiste!
Perdiana!
Spetta al nonno chiarire i dubbi di Bibi, mostrandogli ciò che ha portato: il suo album fotografico, che racconta la sua storia da quando per il suo compleanno gli regalarono una macchina fotografica. Una volta le foto non si facevano con leggerezza come oggi, le stampe avevano un costo e bisognava essere molto attenti a ciò che si decideva di immortalare.
Una macchina fotografica e il Natale in arrivo… quale miglior occasione per il giovane nonno per cercare di fotografare Babbo Natale?
Ci sarà riuscito?
Una delicatissima fiaba di Natale in un piccolo libro che vi aprirà il cuore.
H!

http://www.interlinea.com/lerane

(immagine: la copertina del libro)

Le rane di Interlinea amano la natura e per questo risparmiano alberi per un mare pulito utilizzando Shiro Alga Carta ecologica della Cartiera Favini nata dalle alghe della Laguna di Venezia, e che utilizza alghe provenienti da ambienti lagunari inquinati mescolate con fibre certificate FSC.

Natale a casa con Toto e Pepe

“Natale a casa con Toto e Pepe”
di Holly Hobbie
Fatatrac, 2017
(4 – 5 anni)

La famosa acquerellista americana Holly Hobbie (famosa per la nota bambina stile country degli anni Ottanta che ha preso il suo nome), questa volta scrive ed illustra una storia di Natale con protagonisti altri suoi due graziosi personaggi: Toto e Pepe (Toot e Puddle).
Toto e Pepe sono due maialini rosa.
Toto è in Scozia e ha promesso a Pepe che lo raggiungerà negli Stati Uniti in tempo per la vigilia Natale.
Toto ama il Natale e vuole passarlo col suo migliore amico.
Intanto Pepe prepara tutto l’occorrente: appende le decorazioni, spacca la legna per il camino, prepara le torte di frutta e scrive i biglietti d’auguri (senza la firma di Toto però).
E l’albero? Certo, Pepe si procura anche l’albero, ma non può addobbarlo senza Toto!
Intanto Toto viaggia, ma nevica proprio forte, riuscirà ad arrivare da Pepe in tempo per la vigilia di Natale?
Una piccola storia sull’amicizia, splendidamente illustrata.

http://www.fatatrac.it/

(immagine: la copertina del libro)

Caro Babbo Natale, mi porti uno gnomo vero?

“Caro Babbo Natale, mi porti uno gnomo vero?”
di An Swerts & Eline van Lindenhuizen
Clavis, 2017
(4 – 5 anni)

Manca poco a Natale.
Quest’anno la piccola Emma ha deciso di non chiedere giocattoli a Babbo Natale, ma… uno gnomo vero!
Uno gnomo col cappello rosso che possa condividere con lei le sue giornate, i suoi giochi e la sua merenda.
Così chiede alla nonna di confezionare una copertina e al nonno di costruire una minuscola casetta per accogliere lo gnomo.
Il desiderio di Emma è un segreto che lei non svela a mamma e papà.
Finalmente arriva la mattina di Natale, ma Babbo Natale avrà fatto la sua consegna speciale?
Di sicuro Emma non rimarrà delusa.
Una piccola, delicata storia sull’amicizia e la magia del Natale.
H!

http://www.ilcastelloeditore.it/catalogo.php?ed=CLAVIS

(immagine: la copertina del libro)

Dove sono le mutande di Babbo Natale?

“Dove sono le mutande di Babbo Natale?”
di Richard Merrit
Coccole Books, 2015
(4 – 5 – 6 anni)

Babbo Natale quest’anno è dimagrito, così le sue mutande sono diventate troppo grandi e lui le perde continuamente.
Con questo libro puoi aiutare Babbo Natale a ritrovare tutte le sue mutande.
Ma non solo!
Fra le pagine ci sono anche otto renne da radunare e tante monete della fortuna da cercare.
Ogni doppia pagina infatti è fitta di illustrazioni che nascondono mutande, renne e monete, quindi solo un occhio veramente esperto riuscirà a trovare tutto.
Al Polo Nord, ai grandi magazzini, alla pista di pattinaggio, in spiaggia, al parco, all’ufficio postale, alla recita natalizia… ogni scenario è una festa di colori e di personaggi che festeggiano il Natale.
Ovviamente al fondo del libro ci sono le soluzioni ma… vietato sbirciare!
Da soli o in compagnia questo libro garantisce ore divertimento assicurate!
H!

https://coccolebooks.com

(immagine: la copertina del libro)

Billy Nebbia 2 – Il bambino che non credeva più a Babbo Natale

“Billy Nebbia 2 – Il bambino che non credeva più a Babbo Natale”
di Guillaume Bianco
Babao, 2017
(8 – 9 – 10 anni)

“Le cose non esistono perché le vedi Billy Nebbia,
esistono perché ci credi”.

Un nuovo, fantastico fumetto per i più piccoli nell’edizione Babao di Bao Publishing.
Questa volta il tratto è quello umoristico di Guillaume Bianco, fumettista francese, e il protagonista della storia è il suo Billy Nebbia (nel secondo albo a lui dedicato): geniale, introverso, caustico ragazzino che si interroga continuamente sulla Vita, sulla Morte e sulla loro utilità, domande scaturite dalle sue “visioni”, poiché quando Billy toglie gli occhiali riesce a vedere cose di cui gli altri ignorano l’esistenza.
L’Oscura Signora è proprio un dilemma per Billy che rivuole indietro Tarzan, il suo gatto passato a miglior vita.
Quale migliore occasione del Natale allora gli si prospetta per chiedere indietro il suo migliore amico peloso?
Ma Babbo Natale esiste? Gli può riportare indietro Tarzan? O è solo un’invenzione degli adulti per costringere i bambini ad adottare delle regole comportamento? Oppure è un Uomo Nero pentito? O una creatura immortale creata dalla Morte che gli donò l’immortalità per amore?
Billy non crede a Babbo Natale, così deve trovare da solo la Chiave del Regno delle Ombre, mettendo insieme quattro amuleti (la maschera della peste, l’uovo di sirena, il dente del Diavolo e l’Uccello del Malaugurio) ed esporli alla luce della luna se vorrà rivedere Tarzan!
Un racconto, un fumetto, continuamente in bilico fra la realtà e il sogno, Guillame Bianco è stato più volte paragonato a Tim Burton per la sua grottesca capacità di disegnare con tratti molto fitti e il sapiente uso delle ombre. Il suo è un mondo a cavallo fra il reale e l’immaginario, dove si muovono creature della notte, personaggi delle fiabe, mostri e fantasmi estremamente fragili, con problemi e comportamenti quasi umani.
Immancabili (e assolutamente deliziosi) gli estratti dall’Enciclopedia Curiosa e Bizzarra di Criptozoologia di Billy Nebbia, dove approfondiamo la conoscenza della ragazza che diventò la Morte, dell’Uomo Nero, del Ceppo di Natale, delle Sirene, del Fantasma del tappeto di foglie, tutti spiegati minuziosamente, tutti riconducibili all’uomo vestito di rosso… fino alla descrizione completa (e definitiva) di Babbo Natale.
H!

Dello stesso autore potete trovare anche:
“Billy Nebbia – Il dono dell’Oltrevista” (Bao)

http://www.baobublishing.it

(immagine: la copertina del libro)

100 cose da colorare a Natale

“100 cose da colorare a Natale”
di Dominika Lipniewska
Franco Cosimo Panini, 2017
(3 – 4 anni)

Questo sembra un semplice libro da colorare, ma non lo è.
Ogni doppia pagina ha 100 soggetti natalizi da colorare!
100 persone che hanno comprato dei regali.
100 alberi di Natale da addobbare.
100 animali che si preparano al freddo dell’inverno.
100 dolci deliziosi da mangiare durante le feste.
100 indumenti caldi caldi.
100 personaggi natalizi…
Tutti da colorare e decorare, ma il divertimento non finisce con pennarelli e matite, perché nell’ultima pagina scopriamo che nelle immagini ci sono da cercare tante cose nascoste.
Allora? Costa state aspettando? La festa comincia!
H!

https://www.francopaniniragazzi.it/

(immagine: la copertina del libro)

Pattini d’argento

“Pattini d’argento”
di Mary Mapes Dodge (liberamente adattato da Geronimo Stilton)
illustrazioni AA. VV.
Piemme, 2017
(7 – 8 – 9 anni)

Il più famoso romanzo della scrittrice americana Mary Mapes Dodge, uscito nel 1865 rivive nelle pagine dei classici raccontati da Geronimo Stilton, l’ultimo di una lunga serie di classici rivisitati.
Un libro vivace e riccamente illustrato per chi vuole cominciare a conoscere la storia dei fratelli Brinker, ambientata in Olanda, nel villaggio di Broek, alla fine dell’Ottocento.
Hans e Gretel Brinker sono molto poveri, il loro padre in seguito ad un incidente ha perso la memoria e loro aiutano come possono la madre facendo dei piccoli lavori.
E’ inverno e al villaggio si sta per disputare un’importante gara di pattinaggio il cui premio sono un paio di magnifici pattini d’argento, ma Hans e Gretel hanno poche speranze di vincere la gara (anche se sono dei bravi pattinatori), perché calzano modesti pattini dalla lama di legno.
Così un’amica offre ad Hans dei soldi per acquistare dei pattini con la lama per lui e sua sorella, affinché abbiano le stesse possibilità di disputare la gara come tutti gli altri ragazzi del villaggio.
Ma Hans decide di cedere il denaro ad un famoso dottore (il professor Boekman) perché visiti suo padre ed, eventualmente lo operi.
Amicizia, generosità e lealtà (con un inevitabile lieto fine) sono gli ingredienti che hanno fatto di questo libro un grande classico dell’Ottocento.
La versione di Geronimo Stilton, semplificata e con le immancabili parole colorate, è un primo passo per fare la conoscenza dell’opera di Mary Mapes Dodge.
H!

(immagine: la copertina del libro)

http://www.edizpiemme.it/catalogo/bambini

Golfy e le gazze – Golfy and the magpies

“Golfy e le gazze – Golfy and the magpies”
di Mariagrazia Margarito
illustrazioni di Fabrizio Zubani
testo: italiano / inglese
Adnav Edizioni, 2017
(5 – 6 anni)

Golfy è una gattina trovata dai suoi padroni (Lulù e Gigi) in un campo da golf.
Vive a Torino in un piccolo appartamento che si affaccia su un viale alberato (a Torino che ne sono molti) con un balconcino dal quale osserva tutto quello che succede fuori.
C’è molto trambusto in strada, degli uomini vestiti di arancione stanno potando gli alberi (gli alberi vanno potati perché possano crescere più sani e forti).
Però sull’albero proprio di fronte al balcone di Golfy stanno nidificando due gazze, dei bellissimi uccelli dal piumaggio bianco e nero, sono un maschio e una femmina.
Però se gli uomini vestiti di arancione continuano a potare gli alberi distruggeranno il nido e se decideranno di spostarlo gli uccelli si rifiuteranno di tornare in un nido toccato dagli umani.
Che fare?
Una storia semplice che mette in risalto come la natura è sempre presente in città (anche città grandi come Torino), fa parte dello strato urbano e forse, se viene trattata con amore, non è poi così impossibile che le due realtà possano convivere.
Un altro libro della collana “Polvere di Stelle” di Adnav Edizioni, che incontra le fiabe e i racconti un pochino più impegnativi, sempre nella ormai collaudata impaginazione del testo italiano con accanto quello inglese, per una lettura più scorrevole e un riscontro immediato sul testo in lingua.
H!

http://www.adnavedizioni.it/

(immagine: la copertina del libro)

Canto di Natale

“Canto di Natale”
di Charles Dickens
illustrato da Roberto Innocenti
La Margherita Edizioni, 2005
(per tutti)

Non può esserci Natale senza il “Canto di Natale” (“A Christmas Carol”) di Dickens, forse il più famoso racconto di Natale di tutti i tempi.
E’ stato rappresentato a teatro, al cinema e anche Walt Disney si è cimentato nella sua versione del racconto in cui tre spiriti del Natale fanno visita all’avaro Ebenezer Scrooge (Zio Paperone).
Ma c’è un libro che più di ogni altro, rappresenta per immagini il racconto dickensiano, anche se non è una novità fresca di stampa: quello illustrato da Roberto Innocenti.
Una pregiatissima edizione con copertina cartonata che, grazie alle immagini del grande illustratore toscano, prende vita sotto gli occhi del lettore, catapultandolo nella fredda atmosfera della vigilia di Natale nella Londra di metà Ottocento.
Innocenti sa cogliere perfettamente tutti i dettagli del racconto che, come era solito negli anni in cui visse Dickens, oltre ad essere una storia commovente è anche una critica alla società dell’epoca, nella quale la povertà, lo sfruttamento minorile, l’analfabetismo e le malattie erano ancora molto presenti nello strato sociale londinese.
Il libro racconta la redenzione di un vecchio avaro (Scrooge) dopo l’incontro con tre spettri che gli mostrano come il denaro abbia preso il controllo della sua vita allontanandolo da ciò che era veramente importante, e gli preannunciano una morte in completa solitudine.
Un libro splendidamente illustrato e con un’ottima traduzione, che non può mancare in nessuna libreria (io ce l’ho!).
Assolutamente da rileggere nei giorni che precedono il Natale.
H!

http://www.ilcastelloeditore.it/catalogo.php?ed=MARGHERITA%20EDIZIONI

(immagine: la copertina del libro)

Dov’è la casa dell’aquila?

“Dov’è la casa dell’aquila?”
di Fabian Negrin
Orecchio Acerbo, 2017
(per tutti)

Un libro che è una poesia per immagini.
Dai colori e dalla fantasia di Fabian Negrin è nato questo piccolo capolavoro: un racconto, una poesia, una filastrocca, una raccolta di splendide immagini dell’artista argentino.
Un bambino esce di casa per cercare sulla montagna l’aquila reale che suo padre ha deciso di uccidere dopo il furto dell’ennesimo agnello. Così, via via che sale verso il nido fra le rocce, chiede a tutti gli animali che popolano la montagna indicazioni sul luogo dove può trovare l’aquila.
Gli animali cercano di dissuaderlo, ma lui continua comunque la sua ricerca, muovendosi in un paesaggio meraviglioso che si estende a perdita d’occhio.
Deve avvertire l’aquila del pericolo.
Eppure sta andando verso l’animale più pericoloso che si può incontrare in quei luoghi.
Un racconto in rima fatto di immagini straordinarie e parole scelte per il loro suono, per come si arrotolano sulla lingua, parole che diventano la “colonna sonora” di questa storia in bilico fra la realtà e la fiaba.
Una meraviglia.
H!

https://www.orecchioacerbo.com/editore

(immagine: la copertina del libro)

Gatto Nando per il mondo

“Gatto Nando per il mondo”
di Marina Mander
illustrazioni di Francesca Sacconi
Albe Edizioni, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Gatto Nando un giorno smette i pensare e comincia ad immaginare: se fosse un gatto nato in qualsiasi altro posto nel mondo, come sarebbe?
Con la fantasia può diventare il gatto che desidera: irlandese, spagnolo, francese, siamese, persiano, egiziano… e sicuramente farebbe tante cose diverse da quelle che fa di solito. Poi quanti cibi meravigliosi potrebbe assaggiare, mentre splendidi tramonti, monumenti, palazzi meravigliosi, notti nere come la pece e paesaggi che si perdono nell’orizzonte sarebbero la sua cornice.
Decine di paesi e decine di gatti potrebbe diventare Gatto Nando, ma intanto viaggia con l’immaginazione dal suo comodo divano e accarezza col pensiero quelle che potrebbero essere migliaia di vite diverse in tutte le latitudini possibili.
Un breve racconto che insegna a viaggiare con la fantasia e… a cercare la rima perfetta (in tutto il mondo!).
Il libro è scritto in rima e in stampatello maiuscolo.
Attenzione però: nelle ultime pagine sarà il lettore che dovrà immaginare quale vita potrebbe vivere Gatto Nando se fosse..
H!

https://www.albe-edizioni.com/

(immagine: la copertina del libro)

GIROVAGANDO GIOCANDO

E’ appena uscito un nuovo gioco di carte della Casa editrice Valentina: GIROVAGANDO – Il travolgente inventastorie di Valentina!
Destinato a giocatori da sei anni in su, GIROVAGANDO stimola la fantasia e la creatività, lo scopo è quello di collegare le carte per costruire un circuito di strade che andrà a formare ad ogni partita una mappa cittadina abitata da personaggi strambi.
Divertiti a creare situazioni sempre nuove seguendo il percorso che la città ti suggerisce, scoprendo diversi punti di vista e i molti modi in cui può nascere un’avventura. Lascia che le carte ti ispirino e che la tua immaginazione faccia tutto il resto!

GIROVAGANDO – Il travolgente inventastorie di Valentina
illustrazioni di Gabriella Carofiglio
64 carte illustrate con 16 personaggi, 16 azioni, 16 oggetti e 16 collegamenti
3 modalità di gioco:
INVENTACITTA’: per costruire una mappa cittadina e inventare storie in libertà
INVENTASTRADE: per sfidare gli amici e chiudere per primi un circuito di strade
GIROVAGANDO: per allenare la memoria e ricordare storie divertenti e strampalate.

http://www.valentinaedizioni.it
(immagine: la scatola del gioco)

Il cavallino ammaestrato

“Il cavallino ammaestrato”
di John Yeoman
illustrazioni di Quentin Blake
Interlinea – Le rane, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Questo è un racconto che arriva da lontano, non in senso geografico, ma temporale.
“Il cavallino ammaestrato” è un racconto del 1977 scritto da John Yeoman e illustrato dal grande Quentin Blake. Ma quando le storie sono senza tempo riescono a farsi ascoltare anche dopo quarant’anni.
E’ la storia di due gemelli, Vicky e Bertie, molto, molto poveri, che tutti i giorni di ritorno da scuola aiutano i loro genitori coi lavori della fattoria. Un sabato a Vicky e Bertie viene affidato l’incarico di andare al mercato per comprare un cavallino che li accompagni a scuola.
I due gemelli al mercato però comprano un cavallino davvero singolare: bianco e nero a pois, con due occhi grandi dalle lunghe ciglia. In effetti è un cavallino un po’ piccolo, però ha un grande dono, sa fare praticamente tutto!
Il cavallino sa ballare, contare, dipingere, recitare e capisce le domande che gli vengono rivolte. E’ un animale davvero prezioso, ma solo quando Vicky e Bertie lo portano a Londra riesce ad esprimere al meglio la sua arte.
Un racconto semplice, fresco, spensierato, come sono spesso le storie di Quentin Blake, perché lui si diverte davvero ad illustrare libri per ragazzi, e questo suo modo di porsi traspare da tutto quello che fa.
H!

http://www.interlinea.com/lerane

(immagine: la copertina del libro)

Le rane di Interlinea amano la natura e per questo risparmiano alberi per un mare pulito utilizzando Shiro Alga Carta ecologica della Cartiera Favini nata dalle alghe della Laguna di Venezia, e che utilizza alghe provenienti da ambienti lagunari inquinati mescolate con fibre certificate FSC.

INTRUSI

“INTRUSI”
di Bastien Contraire
Edizioni Clichy, 2017
(per tutti)

Un libro senza parole.
Solo immagini.
Tante immagini.
Tanti soggetti, tutti diversi e… un intruso!
Un uccellino colorato in mezzo ai dinosauri, un pallone vicino a tanti frutti, un pinguino accanto a dei pesci, un guanto fra tante scarpe diverse, ma è davvero così facile e banale scoprire la “nota stonata” nelle illustrazioni?
Eppure i dinosauri discendono dagli uccelli… o era il contrario?
E’ vero che la palla non è un frutto, ma solo alcuni frutti sono rotondi come la palla.
Il pinguino non è un pesce, ma sa nuotare come molti pesci.
E il guanto si indossa sulle mani, ma tiene tanto calde le estremità, proprio come alcuni tipi di scarpe.
Quindi se cambia il punto di vista, se cambia la prospettiva, se cambia il modo di vedere gli insiemi, cambia tutto, e quello che apparentemente sembra un gioco semplicissimo in realtà nasconde migliaia di combinazioni possibili.
Un libro gioco, con cui passare molto tempo e da cui si possono trarre tanti spunti di discussione
H!

http://www.edizioniclichy.it/

(immagine: la copertina del libro)

PADDINGTON 2 – Il romanzo del film

“PADDINGTON 2 – Il romanzo del film”
di AA. VV. traduzione di Nadia Toffanello
Mondadori, 2017
(7 – 8 – 9 anni)

Disponibile anche cartaceo il libro del film “Paddington 2” in questi giorni nelle sale cinematografiche.
Liberamente ispirato alle storie del più famoso orsetto anglosassone (insieme a Winnie the Pooh) scritte da Michael Bond alla fine degli anni Cinquanta, grazie alla trasposizione cinematografica (il primo film è del 2014) questo personaggio è diventato popolare anche in Italia, dove gli era riservato un posto di Nicchia.
Paddington è un orso che viene dal Perù, sa parlare, è molto educato e si ambienta come può a Londra presso la famiglia che lo ospita (e l’ha un po’ adottato dopo averlo trovato solo e confuso nella stazione di Paddington): i Brown.
Questa volta la semplice vita che il piccolo orso svolge insieme ai Brown si tinge di giallo: Paddington viene accusato del furto di un prezioso libro pop-up di Londra dalla vetrina dell’antiquario di Portobello Road, proprio mentre sta cercando di guadagnare i soldi per comprarlo.
Così da cittadino amato da tutti improvvisamente Paddington si ritrova in prigione dove grazie alla sua innata educazione e la sua dolcezza riesce a legare con gli altri detenuti (e grazie anche alla marmellata che ha imparato a fare da Zia Lucy!).
Inizia così una sequela di avvenimenti che vedono protagonista l’orsetto, la sua famiglia e i suoi nuovi amici, per smascherare il vero ladro (Phoenix Buchanan: uno sfuggente trasformista) e recuperare il libro. Sì perché quel libro è destinato a Zia Lucy, la “vera famiglia” di Paddington, che non è mai uscita dal Perù, ma ha sempre sognato di vedere Londra.
Ma cosa nasconde veramente quel libro?
Il libro è adatto alla lettura dai sette anni in su, è molto scorrevole con capitoli brevi.
H!

http://www.ragazzimondadori.it/

(immagine: la copertina del libro)

Draghi e altri animali

“Draghi e altri animali”
di Paolo Barbieri
Mondadori, 2017
(per tutti)

Il grande artista mantovano Paolo Barbieri, noto al grande pubblico per aver illustrato “Le cronache del Mondo Emerso” e molte copertine di fantasy anglosassoni approdati nel nostro Paese, in questo libro di illustrazioni si lascia disegnare “in libertà”.
Una splendida raccolta di draghi (che caratterizzano spesso la sua opera) messi a confronto con moltissimi animali, grandi e piccoli, che abitano il nostro pianeta.
Si potrebbe definire un viaggio fantasy nella biodiversità.
Ci sono draghi possenti come elefanti alti come giraffe, piccoli come insetti, veloci come ghepardi, coraggiosi come tigri, draghi pigri, draghi golosi e draghi timidi…
Disegni a matita che hanno il sapore dello schizzo veloce per catturare l’attimo, ma sono delle vere e proprie opere d’arte.
Un libro prezioso che, come dice lo stesso autore, deve permettere al lettore di sentirsi come un alieno meravigliato di fronte all’incredibile spettacolo della natura e dei suoi animali (veri o inventati).
Un libro d’arte da avere assolutamente nella propria libreria.
H!

http://www.ragazzimondadori.it

(immagine: la copertina del libro)

Buoni come noi (Non troppo però…)

“Buoni come noi (Non troppo però…)”
di Clotilde Perrin
Franco Cosimo Panini Editore, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Quanto sono buoni i buoni delle fiabe?
Sono solo buoni o sono dei veri e propri eroi che sanno cavarsela in ogni situazione?
A questi ed altri quesiti risponde questo grande libro (grande anche di dimensioni) nato dalla fantasia di Clotilde Perrin.
Un vero e proprio “vademecum” per poter conoscere più a fondo quei protagonisti delle fiabe che a volte diamo per scontati.
Il bambino nelle fiabe è importantissimo: agile, astuto, curioso e sprezzante dei pericoli.
Il principe e la principessa sono così belli e sempre innamorati…
La fata invece è generosa, intelligente, protettiva e risolve ingarbugliate situazioni che sembrano senza speranza.
Personaggi positivi, ognuno con il proprio bagaglio di fiabe, ognuno con i suoi piccoli segreti, che scopriamo via via aprendo le finestrelle, frugando fra i capelli e nei vestiti perché questo è un libro interattivo: tutto da scoprire!
Spade, scarpette, piccoli animali, sassolini, gnomi, dolcetti e pozioni magiche appaiono dalle figure che nascondono moltissimi segreti, ma solo per chi li sa cercare!
Un magnifico libro interattivo, completo di curiosità e tre fiabe dei Fratelli Grimm e di Perrault da leggere.
H!
Della stessa autrice: “Cattivi come noi”

https://www.francopaniniragazzi.it/

(immagine: la copertina del libro)

LE MAPPE A MISURA DI BAMBINO

Uno shop online tutto NUOVO per le mappe di ITALY FOR KIDS!
Le cartine topografiche delle città d’Italia interamente dedicate ai bambini: monumenti, personaggi celebri, centri storici, curiosità non saranno più un mistero quando visiterete una città insieme ad una mappa ITALY FOR KIDS!
Milano, Torino, Roma, Firenze, Bologna, Verona…

https://italy-for-kids.myshopify.com
https://www.facebook.com/italyforkids

La notte della stella cadente

“La notte della stella cadente”
di Amy Hest
illustrazioni di Jenni Desmond
Lapis, 2017
(3 – 4 – 5 anni)

Cane e Coniglietta sono vicini di casa.
Cane vive in una casetta rossa piena di biscotti e Coniglietta vive in una casetta blu con tanta, tanta cioccolata.
Le due case sono divise da un recinto.
Cane e Coniglietta sono vicini, ma non si parlano mai.
Quando scende la sera Cane mangia i suoi biscotti e osserva Coniglietta.
Quando il sole si ritira, Coniglietta beve la sua cioccolata calda mentre guarda la casa rossa di cane.
Ed entrambi pensano.
Coniglietta avrebbe bisogno di un amico, chi potrebbe essere amico di Coniglietta?
Cane avrebbe bisogno di un amico, chi potrebbe essere amico di Cane?
Ma poi una notte accade qualcosa di unico: una stella cadente attraversa il cielo: ZZZZIP!
Cane e Coniglietta guardavano il cielo e hanno visto la stella, insieme.
Una splendida storia sull’amicizia che a volte ha bisogno di un piccolo incoraggiamento per nascere e diventare qualcosa di grande e straordinario.
H!

http://www.edizionilapis.it/it/

(immagine: la copertina del libro)

Il drago verde

“Il drago verde”
di Scarlett Thomas
Newton Compton Editori, 2017
(12 – 13 anni)

Una delle più incredibili scrittrici britanniche questa volta si cimenta nel suo primo libro per ragazzi.
Non è facile definire lo stile di Scarlett Thomas, ma possiamo dire che i suoi libri spaziano abbondantemente dal il fantasy, alla fisica quantistica, alla logica fino ai rompicapo matematici.
E’ un’autrice che scrive storie all’interno di altre storie e i suoi personaggi si muovono in situazioni spesso al limite del reale.
In questo romanzo, la protagonista Effie (Euphemia Truelove) vive in un mondo dove la luce elettrica e la tecnologia sono state spazzate via da una catastrofe naturale (un “terramoto”) e dove è tornata prepotentemente la magia.
Effie deve prendersi cura della biblioteca di suo nonno (Griffin Truelove) dopo la sua scomparsa, ma nonostante lei abbia ereditato tutti i suoi preziosissimi libri, suo padre e un sinistro collezionista di testi antichi riescono a sottrarglieli, tutti tranne uno, il cinquecentesimo libro della collezione: “Il drago verde” (Dragon’s green).
Effie eredita dal nonno anche alcune “grazie”, oggetti che possono essere utilizzati solo da individui magici per risvegliare il loro potere nascosto, e presto si rende conto di avere nel sangue la magia di suo nonno, così con l’aiuto di alcuni amici speciali in grado di far funzionare le “grazie” prende il via l’avventura per salvare la biblioteca di Griffin Truelove.
La prima cosa che Effie dovrà fare (senza saperlo) sarà entrare nel cinquecentesimo libro e finire la storia, perché solo “l’ultimo lettore” può ereditare i doni di un libro letto per l’ultima volta.
Lentamente scopriamo il mondo magico attraverso gli occhi di Effie che, per volere di suo padre è stata tenuta all’oscuro dell’esistenza del mondo magico (l’Altrove).
Così fra draghi, portali fra due mondi (il Reale e l’Altrove), negozi di panini che appaiono dal nulla, streghe, maghi, guaritori e guerrieri, si intrecciano in questo splendido romanzo fantasy che potremmo quasi definire “di formazione”, anche se è difficilissimo inserirlo in un genere letterario preciso.
“Il drago verde” è il primo romanzo di una trilogia.
H!

https://www.newtoncompton.com

(immagine: la copertina del libro)

1 2 3 4 31