Crea sito

Louis e i suoi fantasmi

“Louis e i suoi fantasmi”
di Fanny Britt
illustrato da Isabelle Arsenault
Mondadori – Contemporanea, 2017
(11 – 12 anni)

Un libro, un fumetto, un’opera d’arte di una grande illustratrice per l’infanzia.
Il passaggio dalla pubertà all’adolescenza non è mai una passeggiata, soprattutto se – come Louis – ci si sente poco coraggiosi e molto… inutili.
Un padre troppo fragile che cerca le sue risposte nella bottiglia, una madre troppo apprensiva e un fratellino piccolo (Funghetto) fanno parte del mondo di Louis che con le sue riflessioni cerca di dipanare la matassa della sua vita. Louis è uno spettatore di ciò che gli accade intorno, vuole dare un senso a ciò che vede e cerca di capire cosa gli sta accadendo.
Così noi lettori, accompagnati dalle potenti illustrazioni di Isabelle Arsenault, seguiamo il filo dei pensieri di Louis che si affaccia all’età adulta e si domanda molte cose, fra le quali cos’è il coraggio, perché lui non ha nemmeno il “coraggio” di rivolgere la parola a Billie: così bella, così perfetta con gli occhiali che le scivolano sul naso quando si emoziona…
La famiglia, le responsabilità, l’amore, l’amicizia, quanti sentimenti da gestire, quante emozioni da capire, quanti “fantasmi”, quante domande senza risposta che nemmeno un viaggio a New York sembra poter chiarire.
Il coraggio Louis dovrà trovarlo dentro di sé e a modo suo, perché intorno a lui tutto scorre veloce e la vita va vissuta, acchiappata, affrontata…
Dimenticavo: in questa storia c’è anche un procione che si chiama Michael Jackson!
H!

http://www.ragazzimondadori.it/

(immagine: la copertina del libro)

Lo straordinario viaggio di Edward Tulane

“Lo straordinario viaggio di Edward Tulane”
di Kate DiCamillo
illustrazioni di Bagram Ibatoulline
Giunti Junior, 2007
(7 – 8 – 9 anni)

Edward Tulane è un coniglio.
Edward Tulane è un coniglio di porcellana finissima dipinta a mano con le giunture flessibili alto più o meno ottanta centimetri, ha un corredo di preziosi vestiti cuciti a mano e possiede un minuscolo orologio da taschino d’oro.
Edward vive in Egypt street ed appartiene ad Abilene Tulane, una bambina di 10 anni che lo ama più di ogni altra cosa al mondo.
Edward Tulane è di porcellana, non sa amare, proprio come la storia di quella principessa tramutata in un cinghiale da una strega perché non amava nessuno…
Però Edward capisce tutto, vede tutto, sente ogni cosa intorno a lui, ma gli è indifferente… fino a quel giorno in cui la famiglia Tulane si imbarca sul traghetto Queen Mary verso Londra.
Edward finisce in mare dopo una disputa fra ragazzi e, dopo mesi sul fondale, la marea lo porta fra le reti di un pescatore. Da quel momento la vita di Edward cambia continuamente: dopo aver vissuto col pescatore viaggia per anni con un vagabondo e il suo cane, diventa uno spaventapasseri, si ritrova compagno di giochi di una bambina malata e assume il ruolo un coniglio danzante appeso a dei fili per le vie di Memphis, fino a quando (rotto) finisce nelle mani di un riparatore di bambole, che lo sistema su uno scaffale ad aspettare che “qualcuno venga a scegliere proprio lui”.
Edward non commetterà mai più l’errore di non amare.
Commovente.
H!

http://www.giunti.it/editori/giunti-junior/

(immagine: la copertina del libro)

Uffa! Non sono un coccodrillo! (Mi chiamo Alfonso e sono un alligatore!)

“Uffa! Non sono un coccodrillo! (Mi chiamo Alfonso e sono un alligatore!)”
di Delphine Perret
La Margherita Edizioni, 2017
(5 – 6 anni)

Così proprio non va!
Alfonso alligatore bussa una mattina a casa di suo cugino Cesare coccodrillo: E’ STUFO DI ESSERE SCAMBIATO PER UN COCCODRILLO! LUI E’ UN ALLIGATORE!
Di chi è la colpa?
Dei bambini naturalmente, loro si confondono sempre!
I due rettili allora decidono di andare in città a vedere questi bambini… e magari assaggiarli anche un po’.
Dove si possono trovare dei bambini in una città? A scuola naturalmente.
Inutile descrivere il trambusto che Alfonso e Cesare creano in una classe, ma Giacomo, un bambino con gli occhiali che ha ricevuto in regalo per il suo compleanno il libro ANIMALI PE-RI-CO-LO-SI, annuncia a tutti i suoi compagni che sono in presenza di un coccodrillo ed un alligatore: infatti “il coccodrillo si distingue dall’alligatore per il quarto dente dell’arcata inferiore che sporge quando tiene la bocca chiusa”.
I bambini fanno una gran festa ai due rettili che, finalmente, capiscono di avere un’identità naturale.
Ma… siamo proprio sicuri che sia chiara a tutti la differenza?

(immagine: la copertina del libro)

http://www.ilcastelloeditore.it/catalogo.php?ed=MARGHERITA%20EDIZIONI

71 pecore – Una partita di calcio diversa dalle altre

“71 pecore – Una partita di calcio diversa dalle altre”
di Pablo Albi
illustrato da Guridi
Lavieri, 2016
Stampatello maiuscolo
(3 – 4 – 5 anni)

Ci sono 71 pecore.
71 pecore decidono di giocare una partita di calcio.
35 pecore da un lato del campo, 35 pecore dall’altro lato del campo, 1 arbitro (i conti tornano).
Si comincia a giocare.
Forse no.
La palla è finita sull’albero.
Serve un’idea.
Scrollare l’albero? No.
Soffiare tutte insieme? No.
Lanciare sassi? No.
Lanciare una pecora sull’albero?

Si ricomincia a giocare.
Forse no.
ATTENTI: ARRIVA IL LUPO!!!
H!

http://www.lavieri.it/

(immagine: la copertina del libro)

I racconti di Verde quiete – Tra boschi e sentieri

“I racconti di Verde quiete – Tra boschi e sentieri”
di Daniela Ballestra
Youcanprint, 2016
(3 – 4 – 5 anni)

Piccoli racconti, grandi come una nocciola!
La signorina Nocciolina (uno scoiattolo fulvo che scrive ed illustra le sue storie) ci racconta queste piccole avventure quotidiane degli abitanti del bosco di Verde quiete.
Uno spaccato di vita piccolo piccolo che si svolge dentro e fuori gli alberi, fra una tazza di tisana ed un barattolo di marmellata grosso come un ditale.
Una natura ancora scandita delle stagioni, minuscole storie quotidiane del sottobosco raccontate con dovizia di particolari, anche grazie a dei delicatissimi acquerelli che accompagnano le parole scritte.
Un mondo minuscolo, dove ogni personaggio che lo abita (la signorina Nocciolina, il riccio Dolce Spino, la volpe Coda Furba, la chiocciola Chioccilla, ecc.) fa la differenza.
Ma attenzione: solo chi possiede gli occhi magici li può vedere.
H!

http://www.danielaballestra.it

(immagine: la copertina del libro)

La scorciatoia

“La scorciatoia”
di Louis Sachar
Il Battello a vapore – Vortici, 2017
(12 – 13 anni)

Tre ragazzi possono salvare il mondo?
Sembra una trama già sfruttata nella maggior parte dei libri per bambini e ragazzi.
Ma in questo caso è un romanzo uscito dalla fantasia di Louis Sachar, uno dei più rinomati autori americani, quindi la trama diventa un intricato crescendo di eventi.
Tamaya e Marshall sono vicini di casa e tutti i giorni fanno la strada insieme per andare e tornare da scuola (perché Tamaya è più piccola e non le è permesso andare da sola), ma marshall è stato preso di mira da Chad un bullo della sua classe che minaccia di aspettarlo sulla strada all’uscita da scuola.
Marshall allora decide di prendere una scorciatoia attraverso il bosco e Tamaya è costretta a seguirlo.
Il bosco è fitto, diventa difficile orientarsi e poi c’è uno strano fango peloso che… divora le cose! Sarà a causa degli esperimenti scientifici segreti per un nuovo combustibile ecologico?
H!

Con questo libro si inaugura la nuova serie del Il Battello a vapore: “VORTICI”.
“I vortici crescono all’improvviso
quando due correnti s’incontrano,
quando una nuova storia trova il suo lettore.
I vortici crescono, trascinano,
sono imprevedibili. Non si sa se o dove
nasceranno, l’unica cosa certa è che,
una volta tornata la calma,
niente sarà più come prima”.

http://www.battelloavapore.it/

(immagine: la copertina del libro)

Non sono tua madre

“Non sono tua madre”
di Marianne Dubuc
Orecchio Acerbo, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Non sono tua madre

Otto è uno scoiattolo che vive in un grande albero di un’antichissima foresta.
Un giorno davanti all’uscio di casa trova una palla verde piena di spine, all’inizio Otto non ci fa caso, ma la palla verde contiene un “coso” bianco e peloso che vede Otto come la sua mamma.
Lo scoiattolo non ne vuole proprio sapere di quella palla di pelo bianco, ma poi lo accoglie in casa in fondo è così piccolo…
Il giorno seguente la palla di pelo (che risponde al nome di Piu) è cresciuta, e cresce anche il giorno dopo e il giorno dopo ancora!
Otto disperato per la sua casa (che sta diventando davvero troppo stretta) va alla ricerca della mamma di Piu: chiede informazioni agli altri animali, attacca dei volantini e affronta lunghi viaggi esplorativi.
Niente.
Sembra proprio che la mamma di Piu dovrà essere Otto.
H!

http://www.orecchioacerbo.com/editore/

(immagine: la copertina del libro)

Voci nel parco

“Voci nel parco”
di Anthony Browne
Camelozampa, 2017
(5 – 6 – 7 anni)

Un racconto a quattro voci.
Una semplice passeggiata al parco vissuta da quattro punti di vista differenti.
Quattro vite che si incrociano nell’arco di un pomeriggio.
Una madre austera che porta suo figlio e il cane (labrador) al parco.
Un padre deluso dalla vita che con sua figlia e il loro cane (meticcio) vanno a fare una passeggiata al parco.
I cani che giocano.
I bambini che si conoscono: lui ammira la spigliatezza di quella bambina che si chiama Smudge, lei trova un po’ imbranato quel ragazzino timido… ma simpatico. Insieme si divertono da morire.
Un pomeriggio vissuto dalle ore di luce alle ombre del tramonto.
Un fiore.
Ritorneranno anche domani?
Anthony Browne è un grande autore/illustratore britannico che ha scritto e illustrato decine di libri per ragazzi e vinto numerosi premi (fra cui il Premio Andersen). La sua “firma” sono le scimmie antropomorfe (di solito gorilla) protagoniste assolute dei suoi acquerelli.
H!

http://www.camelozampa.com/

(immagine: la copertina del libro)

La puzzetta

“La puzzetta”
di Laurie Cohen e Nicolas Gouny
La Margherita edizioni, 2107
(3 – 4 – 5 anni)

Gianni l’elefante deve fare una puzzetta!
Eppure si trattiene.
Le puzzette degli elefanti sono ENORMI!
Così enormi che possono distruggere tutto: la foresta, il cielo, le stelle e l’universo intero!
Ebbene sì: sono state le puzzette degli elefanti a far estinguere i dinosauri, lo sapevate?
Ma quando scappa, scappa…
Se Gianni non si trattiene, cosa succederà?
H!

http://www.ilcastelloeditore.it/catalogo.php?ed=MARGHERITA%20EDIZIONI

(immagine: la copertina del libro)

UN INDIANO PICCOLO PICCOLO

Negli anni Ottanta la scrittrice britannica Lynne Reid Banks pubblica “L’indiano nell’armadio” (“The indian in the Cupboard”, 1980) ed è subito un successo seguito poi da altri quattro libri che completano una vera e propria saga.
La storia, apparentemente molto semplice, in realtà è continuamente in bilico fra il desiderio infantile di vedere animati i propri giocattoli e… i viaggi nel tempo!
Omri, per il suo compleanno riceve da suo fratello un armadio (simile a quelli che si usano per contenere le medicine), il regalo insolito è seguito da una chiave antica che sua madre gli offre per poterlo chiudere e custodire meglio le sue cose.
Omri chiude nell’armadio una figurina di plastica di un indiano che prende vita.
Si potrebbe pensare ad una trama stile “Toy story”, ma l’indiano che diventa vivo dentro l’armadio di Omri è un vero indiano irochese che si chiama Piccolo Toro (Little Bull), vissuto nella seconda metà dell’Ottocento, un vero umano in miniatura che ha tutta una serie di esigenze: mangiare e costruirsi una casa.
Nel 1995 la storia di Omri e di Piccolo Toro viene trasportata sullo schermo con il film dal titolo italiano “La chiave Magica” per la regia di Frank Oz (USA). Purtroppo il film esplora solo l’aspetto avventuroso legato alla chiave, all’armadietto e la lunga serie di equivoci che si verifica quando Omri cerca di nascondere Piccolo Toro ai suoi compagni di scuola o ai suoi genitori, trattando in modo un po’ goffo l’aspetto magico dei viaggi nel tempo e l’amicizia fra due persone che vivono in secoli diversi, che per una serie di eventi incredibili condividono un pezzo di vita.
A mio avviso la saga letteraria è spettacolare, soprattutto il quarto libro (“Il mistero dell’armadio”), quando finalmente l’autrice spiega da dove ha origine la magia dell’armadio.
In Italia i libri di Lynne Reid Banks sono pubblicati da Salani:
“l’indiano nell’armadio”
“l’indiano fu ferito”
“Il segreto dell’indiano”
“Il mistero dell’armadio”
“La chiave dell’indiano”.
H!

(immagine: le copertine italiane dei libri di Lynne Reid Banks, le copertine inglese e americana e la locandina del film di Frank Oz)

La valigia rosa

“La valigia rosa”
di Susie Morgenstern
illustrazioni di Serge Bloch
Edizioni Clichy, 2017
(5 – 6 – 7 anni)

Alla nascita di Beniamino parenti e amici gli portano decine di regali straordinari: tutti vogliono fargli il regalo più bello.
Poi arriva la nonna, con una VALIGIA ROSA! Sì, proprio una valigia vuota, di quelle con le ruote, dal colore rosa acceso.
Un regalo insolito che non piace alla mamma.
Ma la nonna, si sa, è un tipetto originale!
Intanto, nonostante tutti i giochi fantastici che possiede, Beniamino è attratto solo da quella valigia rosa, di un rosa acceso.
Quel semplice oggetto diventa la sua culla, il suo parco giochi personale, il suo rifugio sicuro, anche se la mamma fa di tutto per boicottarlo.
La valigia accompagna Beniamino a casa degli amici, a scuola e all’università, lo accompagna anche il suo primo giorno di lavoro.
Nonostante l’opinione della mamma (e di chi lo circonda) la valigia rosa, di un rosa acceso, è entrata a far parte della vita di Beniamino senza che gli altri scegliessero per lui.
H

http://www.edizioniclichy.it/

(immagine: la copertina del libro)

Una gatta in fuga

“Una gatta in fuga”
di Vanna Cercenà
illustrazioni di Giulia Dragone
Colibrì – Giunti, 2017
(7 – 8 anni)

Un delicatissimo spaccato di realtà visto attraverso gli occhi di una gatta.
E’ la gatta Jamyla (“bella”) che ci racconta la fuga di una famiglia che da Damasco intraprende un lungo viaggio verso l’Europa, verso un paese senza guerra.
Jamila descrive il viaggio e la sua amicizia con la piccola Alya che la nasconde nello zainetto per portarla con sé: lo smistamento al campo profughi, il viaggio verso l’Egitto, sotto il Canale di Suez e poi su una nave fatiscente verso l’Italia.
Durante l’ultimo viaggio Jamyla e Alya vengono separate e Jamyla si ritrova in quarantena come tutti gli animali che entrano in un nuovo paese.
La speranza di rivedere la sua compagna di viaggio si assottiglia di giorno in giorno, ma grazie ad un fortunato susseguirsi di eventi riusciranno a ritrovarsi e ad andare in Francia.
Un delizioso libro per il primo ciclo delle elementari che fa riflettere sulle difficoltà che deve affrontare chi fugge da un paese in guerra.
H!

http://www.giunti.it/editori/giunti-junior/

(immagine: la copertina del libro)

Storie di bambini molto antichi

“Storie di bambini molto antichi”
di Laura Orvieto
illustrazioni di Rita Petruccioli
Mondadori, 2014
(6 – 7 – 8 anni)

La grande (grandissima) Laura Orvieto, autrice di uno dei più bei libri di mitologia per ragazzi -“Storie della storia del mondo” in questa raccolta di racconti mitologici si sbizzarrisce a raccontare con il suo stile pulito e inconfondibile, la nascita e la vista avventurosa degli dei ed eroi greci.
Perché tutti i grandi personaggi delle leggende greche (e romane) hanno avuto un’infanzia piena di magia, intrighi e meraviglie.
Dalla sfortunata nascita di Efesto (Vulcano), ai gemelli Apollo e Artemide (Diana), alle fatiche di Ercole, alle prove di coraggio di Perseo fino ai dispetti di un bambino alato di nome Eros (Amore), dodici storie per altrettanti personaggi, raccontate con il ritmo di una fiaba e deliziosamente illustrate da Rita Petruccioli.
H!

(immagine: la copertina del libro)

http://www.ragazzimondadori.it/

Il grande libro dei nomi

“Il grande libro dei nomi”
di Lucilla Targetti
illustrazioni di Beatrice Pieralli
Porto Seguro Editore, 2016
(5 – 6 anni)

Che cos’è un nome?
Poeti e letterati si sono sbizzarriti nel corso dei secoli per rispondere a questa domanda…
Se lo chiede anche Giorgia, la protagonista di questo libro, perché il suo nome proprio non le piace!
A poco servono le spiegazioni della sua mamma: “A volte senti che il nome è quello giusto, com’è successo a me quando ti ho vista la prima volta”, a Giorgia il suo nome non piace e ne vuole uno nuovo!
Ne prova diversi, uno più bello dell’altro, ma uno è troppo stretto, un altro troppo largo, uno troppo lungo, un altro ancora troppo corto…
Giorgia così decide di andare in biblioteca, dove è conservato il Grande libro dei Nomi: fra quelle magiche pagine un nome tutto per lei lo troverà.
H!

(immagine: la copertina del libro)

La Sirenetta

“La Sirenetta”
di Hans Christian Andersen riscritta e illustrata da Michelangelo Rossato
Edizioni Arka, 2017
(per tutti)

Un’incredibile rivisitazione della fiaba della sfortunata Sirenetta (quella originale, non la versione disneyana “riveduta e corretta”) nata dalle abili mani di Michelangelo Rossato.
Pagine che sono interi quadri dalle tonalità marine e raccontano, con la dovuta malinconia, la triste storia di una creatura né pesce, né fanciulla che si innamora di un principe umano dopo averlo salvato dalla morte. Disposta ad affrontare tutto, la Sirenetta si affida al potere della Strega del Mare perché le consegni le gambe che le permetteranno di raggiungere il suo principe, ma in cambio deve rinunciare alla sua voce di sirena. Le condizioni sono chiare: se lei non riuscirà a farsi amare dal principe verrà trasformata in schiuma.
Intanto però il principe si è innamorato e sposa un altra donna (crede che quest’ultima lo abbia salvato dalle onde) e la piccola sirena rinuncia a tutto -anche alla possibilità di tornare ad essere una creatura marina versando il sangue del principe – per amore.
Così si trasforma in schiuma e sparisce fra le onde fondendosi con le correnti marine che percorrono il mondo.
H!

http://www.arkaedizioni.it/

(immagine: la copertina del libro)

RIN TIN TIN: IL LIBRO

RIN TIN TIN: IL LIBRO

Finalmente in libreria la vera storia di Rin Tin Tin (Rinty per gli amici).
La storia del primo cane (quasi) da Oscar, con una carriera di ventisette pellicole girate è il pastore tedesco più famoso di tutti i tempi.
Dall’Europa all’America, la storia di Rinty ci viene raccontata in prima “persona”, scritta da Anna Lavatelli e illustrata da Cinzia Ghigliano.
Un vero tesoro per nostalgici.

“Io ti salverò – La storia dell’indimenticabile Rin Tin Tin”
di Anna Lavatelli & Cinzia Ghigliano
Orecchio Acerbo, 2017

La conchiglia

“La conchiglia”
di Alex Nogués Otero
illustrazioni di Silvia Cabestany
Coccole Books, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

E’ vero che appoggiando una conchiglia all’orecchio si può sentire il mare?
Secondo questo libro si può sentire (e vedere) molto di più.
Un racconto circolare che parte dall’ascolto di una conchiglia e si snoda nell’oceano immenso dove soffia il vento, il cielo è pieno di gabbiani e sul mare veleggia un galeone pirata. Poi piccole isole abitate da naufraghi, sirene innamorate, capodogli giganti, meduse e un sottomarino che dal periscopio vede…
H!

https://coccolebooks.com/

(immagine: la copertina del libro)

CHI HA PAURA DELLE STREGHE?

CHI HA PAURA DELLE STREGHE?

“Le Streghe” (“The Witches”, 1983) è uno dei libri più famosi di Roald Dahl ma pochi sanno che da questo romanzo è stato tratto un film dal cast stellare nel 1990: “Chi ha paura delle streghe?” (titolo italiano).
Il film rispecchia abbastanza l romanzo: il piccolo protagonista (orfano) scopre che sua nonna con la quale vive, è in realtà una cacciatrice di streghe e, durante una vacanza, vengono a sapere che il Concilio Supremo delle Streghe d’Inghilterra sta tramando per trasformare i bambini in topi.
Il ragazzo viene scoperto e trasformato immediatamente in un topo, ma riesce a parlare comunque con la nonna, e insieme cercano di impedire che il crudele piano delle streghe si compia.
Nel libro, e anche nel film, impariamo che le streghe non sono esseri pieni di porri a cavallo di una scopa, ma donne bellissime con scarpe a punta e saliva color del mirtillo, c’è un vademecum da rispettare se si vuole individuare una strega, e questa storia insegna a guardare sotto le maschere e oltre le apparenze
Il film è decisamente meno poetico del libro, c’è più azione e il finale viene radicalmente cambiato, con l’aggiunta di un personaggio risolutivo, forse a favore di un “happy end” che nel libro non si compie.
Una curiosità: in alcuni paesi il finale del film è stato censurato perché l’autore, ancora vivo all’epoca dell’uscita cinematografica, non aveva accettato che si proiettasse.
Incredibile e cattivissima Anjelica Hudson (la Morticia Addams cinematografica) nel ruolo della disgustosa Strega Suprema.
H!

“Le streghe” di Roald Dahl, Salani Editore, 1983.
“Chi ha paura delle streghe?” (“The Witches”) di Nicholas Roeg, prodotto da Jim Henson, Warner Bros, 1990.

C’è una tigre in giardino!

“C’è una tigre in giardino!”
di Lizzy Stewart
Terre di Mezzo, 2017
(4 – 5 – 6 anni)

Nora si annoia: non c’è niente da fare a casa della nonna!
Allora la nonna le propone di andare a giocare in giardino, il giardino è un luogo magico dove si possono incontrare libellule enormi, piante carnivore, ma soprattutto una gigantesca, ferocissima tigre!
Non si avventura nel giardino, non troppo convinta delle meraviglie che le ha prospettato la nonna, ma poco per volta si ricrede: ci sono davvero le libellule giganti e anche le piante carnivore, ma la tigre sarà vera? Oppure…
Un libro adatto per chi ha sete di avventura e per chi ama la fantasia come un’inesauribile vena d’oro di storie!
H!

http://www.terre.it/

(immagine: la copertina del libro)

L’età dello tsunami – Come sopravvivere ad un figlio pre-adolescente

“L’età dello tsunami – Come sopravvivere ad un figlio pre-adolescente”
di Alberto Pellai e Barbara Tamborini
De Agostini, 2017
(per adulti)

Vostro figlio è uno TSUNAMI e non lo riconosci più?
Il bimbo della scuola elementare si è trasformato in una nuova persona?
E’ posseduto da qualche entità maligna?
Siete travolti (e stravolti) da un figlio tutto nuovo che si aggira per casa?
Un’onda d’urto si è abbattua su tutta la famiglia e vi costringe a rivedere comportamenti e priorità?
Questo è il libro che fa al caso vostro!
Una dettagliatissima analisi di tutte (ma proprio tutte) le situazioni in cui verrete catapultati con esempi, luoghi comuni, discorsi diretti e insicurezze con cui avrete a che fare.
Una dettagliatissima guida che vi eviterà gli errori più comuni commessi da tutti i genitori alle prese con la crescita del proprio ragazzo/a.
Cosa fare e cosa non fare quando si ha a che fare con un pre-adolescente.
Uno psicoterapeuta e una psicopedagogista consegnano a queste pagine un’attenta riflessione causa/effetto, che vi aiuterà a fronteggiare l’età più ingestibile di vostro figlio.

http://www.deagostini.it/

(immagine: la copertina del libro)

Il lupo che voleva cambiare colore

“Il lupo che voleva cambiare colore”
di Orianne lallemand
illustrazioni diEléonore Thuillier
Leggere facile – Gribaudo, 2016
(5 – 6 anni)

E’ proprio noioso essere sempre un lupo GRIGIO… e se si potesse cambiare colore per diventare più belli?
Ma che colore potrebbe avere un lupo?
VERDE? Come una rana gigante?
ROSSO? Come Babbo Natale?
Però se i lupi sono grigi, un motivo c’è.
H!

http://www.feltrinellieditore.it/gribaudo/

(immagine: la copertina del libro)

La cacca – Storia naturale dell’innominabile

“La cacca – Storia naturale dell’innominabile”
di Nicola Davies
Illustrazioni di Neal Layton
Editoriale Scienza, 2004
(7 – 8 anni)

Un libro non proprio nuovo ma sempre (inevitabilmente) “sul pezzo”.
Un trattato scientifico preciso su quella cosa che tutti fanno ma pochissimi nominano: la cacca!
La cacca è composta da ciò che resta del cibo digerito, in natura alcuni animali hanno imparato ad “usarla” come tonico, come deterrente per i predatori e come riserva di cibo o di batteri utili alla digestione. Altri animali invece hanno imparato a costruirsi dei veri e propri WC o ad usarla per delimitare il territorio.
Ma a noi come può essere utile la cacca?
La cacca oltre ad essere un ottimo combustibile fornisce anche tante informazioni interessanti per capire come vivono alcuni animali, cosa mangiano e -soprattutto- non sottovalutiamo l’importanza della cacca fossile che molto ci ha insegnato sui nostri antenati che non ci sono più!
E poi ancora le cacche più grandi, le cacche più piccole, le cacche più puzzolenti, forme, colori e… (blah) sapori!
Tutto, ma proprio tutto quello che volevate (e non volevate) sapere sull’innominabile: la cacca. Tutti la fanno, ma nessuno ne parla!
H!

http://www.editorialescienza.it/

(immagine: la copertina del libro)

1 2 3 4 5 27