“Un grande giorno di niente”
di Beatrice Alemagna
Topipittori, 2016
(4 – 5 anni)

Solite vacanze, nella solita casa, con la solita pioggia.
Così veniamo catapultati nella vita e nella noia di un ragazzo, costretto ad una vacanza in una casa in campagna in un giorno di pioggia
Cosa c’è da fare? Solo un gioco elettronico con cui uccidere degli alieni all’infinito.
La mamma lavora e, come tutte le mamme, vuole che si stia fuori, all’aria aperta.
Col gioco in tasca e il cappuccio in testa il piccolo protagonista si avvia nel paesaggio circostante.
Però il gioco cade nel fiume… e ora?
E ora si seguono le lumache giganti, si scoprono dei coloratissimi funghi, si sente il respiro della terra sotto i propri piedi.
Poi il sole buca le nuvole e l’esplorazione del paesaggio diventa completa: annusare l’aria, bere le gocce di pioggia rimaste sulle foglie, raccogliere sassi, saltare nelle pozzanghere.
Infine si torna a casa e si celebra un “grande giorno di niente” davanti ad una cioccolata calda.
Un libro per ricordarsi che la noia è la nostra migliore alleata ogni volta che vogliamo scoprire qualcosa di nuovo.
H!

http://www.topipittori.it

(immagine: la copertina del libro)